Home News Brasilia : le foto degli scontri tra esercito e manifestanti

Brasilia : le foto degli scontri tra esercito e manifestanti

30
CONDIVIDI

 

30 Commenti

  1. Confermata l’incapacità del Congresso (1/3 corrotto) e dell’Esecutivo del Brasile (3/5 corrotti) di saper gestire crisi e di riformare in parte il Paese. Sta accadendo ciò che tutti noi temevamo, purtroppo. Soluzione? Ammetto di essere confuso e preoccupato.

  2. I soliti vermetti rossi (MTST, CUT e spazzatura varia) che non hanno la minima idea di cosa accade in Brasile e del perché stanno prendendo manganellate in testa.

    Conosciuti a tutti e orchestrati da un Verme che non sà niente, non vede niente, e al quale tutti mentono, un cancro per il Brasile…nessuna novità !!

  3. e riesco i fascistelli del quartierino, Undo e Villa. Non vi riesce proprio una analisi politica meno destroide e distorta del Brasile? Sembrate i giornalisti/giornalai brasiliani tipo Veja. Pregherei Antonio dalla lontana Italia di dare una moderata a questi orfani di benito , dopodiche` mi auguro che i 100 milioni di persone povere che non si stanno divertendo qui a Banana Republic abbiano un giorno una societa`con maggiore accesso e distribuzione di ricchezza, penso a un Brasile col coefficiente Dini della Danimarca .Letteralmente disgustato da questi fascistoidi d`importazione, pensavo che il flusso di nazi-fascisti che scappavano verso l`America Latina era una cosa d`altri tempi.

    • gentile LIVELLA, Lei è completamente fuori strada. Io per Lei sarei un fascistoide solo perchè ho scritto del 9 dita e verme con la v minuscola. Se per lei il 9 dita non lo è un verme a me sta bene e non l’accuserei mai di essere un comunista o peggio un estremista di sinistra/brigatista. Sono una persona mediamente educata, almeno così dicono di me chi mi frequenta. Metta da parte rancore e rabbia e per favore non offenda chi non conosce. Infine, io sono preoccupato della situazione Brasiliana e, a fatica, cerco di godermi ancora questo Paese che in fondo ha ancora tanto da offrirci. Perchè non fa altrettanto anche Lei? Buon tutto. PS: Lei sa che il Dini nostrano e Signora diversi anni fa hanno trasferito dall’Italia al Costarica i loro averi? Si informi, per favore e poi, se desidera, esprima il suo punto di vista. Il mio su Dini è che ha messo al sicuro tanti quattrini perchè da un certo momento non ha piu’ creduto all’Italia. NB ancora oggi bazzica ambienti politici, il gusto del potere è maggiore del gusto dei soldi…….anche per 9 dita non solo per Dini & altri, vero? Infine, La ringrazio per aver chiamato in causa Vivereinbrasile/Antonio per zittire un “fascistoide” come me, magari potrà chiarirLe meglio.

    • Grazie per il suo doveroso chiarimento. Poi: Danimarca? Lei c’è mai stato? Ci ha mai vissuto alcuni mesi? Se si, cosa l’ha colpita di piu’? Mi interessa sapere perchè da tempo vorrei visitare la danimarca fermandomi alcuni mesi ma i prezzi che incontro in quel Paese non sono alla mia portata, troppo cara la vita colà.

  4. @ Undo lei ha condiviso un commento coi`vermetti rossi” “manganelli”, CUT Centrale Unica Lavoratori (CGIL brasiliana)monnezza, a questo commento delirante, che un po mi fa pena il Villa perche` le menti semplici s`incasinano con le cose complesse, tipo la realta`brasiliana. Lei a questo aggiunge la menomazione di Lula.Vergogna! Qui la corruzione e` a livelli catastrofici,ti infiltro un po di gente mascherata a fare i black bloc per mandare a puttane una sacrosanta e democratica manifestazione, come lo erano quelle dei fora Dilma qualche tempo fa. Democrazia piu ce ne sta meglio e`,ne rossi ne neri ,io sono socialdemocratico alla scandinava .Il Brasile polarizzato rosso-nero si avvicina sempre di piu a un punto di non ritorno.E col caos perderemo tutti.

    • gentile LIVELLA, si rilegga quanto mi ha “dedicato”, per me è una cartina di tornasole. Sia un poco piu’ educato e lasci perdere la “vergogna” che mi dedica. Non mi tocca la sua dedica, la invito a rivolgerla a chi la merita questa dedica e che, magari, Lei conosce personalmente, ma non a me. Qui mi fermo e ancora buona salute e buona fortuna in questo Paese. PS: la prossima volta prima di condividere un commento di terzi Le chiederò il suo permesso, va bene così?

  5. Livella, si ricomponga prima di tutto…

    Se per cortesia mi può spiegare (ci può spiegare) la realtà brasiliana dall’ alto della sua mente palesemente arguta e ricca di brillanti pensieri le sarei molto grato, possibilmente lo faccia con nome e cognome in chiaro (è la base dell’educazione quando si esprimono pareri e si interloquisce con altre persone).

    Sempre se le và, altrimenti, pazienza. Grazie

    • Sono interessato anche io a conoscere la vera realta’ brasiliana! Non capisco qual’ e’ opposizione e contro chi, ne ormai capisco chi siano i neri i rossi i verdi e gli arancioni; mi e’ chiaro solo che siano tutti degli arraffoni con la faccia come la..bunda!
      (Mi fa’ sorridere pensare al sistema “Ikea” attuato in Brasile)

  6. “Silendo Libertatem Servo” – avrebbero fatto del bene anche qui in Brasile come hanno fatto egregiamente, e senza danni collaterali, in Europa Occidentale, Italia compresa, tra gli anni 60 e 80.

    • Il mio non era modo ironico,veramente non so’ piu’ chi e’ che governa. si oppone.. e cosa perseguano gli uni e gli altri .

      • io mi sono dato una mezza risposta alla medesima domanda. ho guardato un poco il Brasile al di fuori dal Brasile. l’ho guardato con occhi cinesi, giapponesi e anglosassoni/yankee leggendo news economiche, non politiche, di quei Paesi sul Brasile indebolito e quindi…….facile preda. come sempre in questi casi nella mia mezza risposta che mi sono dato c’è molta soggettività ma è l’unica mezza risposta al momento sensata per me.

  7. Se negli ultimi 50 anni qualcuno avesse governato il Brasile forse negli “ospedali “non si morirebbe per un’ influenza e i ragazzini non uscirebbero analfabeti dalle scuole pubbliche.

    I brasiliani non sanno organizzare nulla e men che meno tentare di pensare con lungimiranza e guardare al futuro, il limite è la punta del proprio naso, sono bambini con pensieri da adulti, è questo che li rende persone meravigliose.

    Forse tra 4 o 5 generazioni cambierà qualcosa, ma ho forti dubbi che questo succeda.

    P.S. il Porto di Mariel a Cuba è venuto benissimo, ottimo investimento.

      • Stavo scrivendo un post sull’argomento Brasile e brasiliani ma questo scritto mi ha ampiamente preceduto . Condivisibile al 100% .

      • ottimo articolo con affermazioni del Sig. Mark molto forti e motivate. la chiusura della sua nota indica l’allegria dei Brasiliani come motivo del suo attaccamento al Paese…… e se questa allegria è in parte o completamente artefatta e/o figlia della cultura Brasiliana? anche io sono attratto dall’allegria dei Brasiliani ma inizio ad avere dei dubbi e a a vacillare un poco.

  8. Sono tutti dati di fatto inconfutabili,
    la povertà estrema del 90% dei Brasiliani completa l’opera…e il disastro è fatto !!

    L’ allegria dei Brasiliani è una “finta allegria” (come il samba) è la sublimazione di una profonda tristezza.

    • Di mio ci aggiungo quello che scrissi tempo fa’: l’ imprenditore medio Brasiliano non investe nella propria impresa, coi guadagni ci compra la bmw..l appartamento di lusso…sempre a rate poi arriva la crisi e ..quebra!
      Nota di colore: predio di 8 piani, rifacimento rivestimento esterno in ceramica, tolte le piastrelline 2 persone con martello e scalpello! Non esistono scalpelli pneumatici o elettrici…tanto hanno gli schiavi!
      Prima tolgono tutto il rivestimento e l’edificio rimane “nudo” poi cominciano a posare la ceramica nuova, peccato che cominci la stagione piovosa e le infiltrazioni stanno facendo macchiare tutta la parete e il tetto dove c’e’ pure una controsoffittatura in gesso!
      Spesso vorrei tagliargli la testa..ma mi rendo conto che la testa non ce l’hanno!

      • con un amico Italiano 3 anni fa abbiamo acquistato 1 quota a testa di una Cooperativa composta da 9 Brasiliani + noi 2 Italiani. Lo Statuto della Cooperativa aveva finalità ittiche: “produzione di ricci di mare”, era un ennesimo tentativo ma questa volta con l’assistenza e la consulenza di una PMI – Società siciliana che opera da oltre 35 anni sul mercato Internazionale e Italiano con buoni risultati. Dopo 2 anni la Cooperativa non aveva ancora deciso il luogo per iniziare la produzione perchè il luogo indicato dalla Società di cui sopra “NON era gradito” a 7 degli 11 Soci e, come si sa, in una Cooperativa ogni testa vale 1 punto e la maggioranza vince. L’ultimo anno la Cooperativa ha iniziato ad aprire chioschi sulla spiaggia con investimenti finanziati a interessi altissimi e costi di costruzione, allestimenti e strutture organizzative altrettanto alti. Nelle strutture organizzative i 7 di cui sopra avevano inserito loro parenti a colpi di assemblee straordinarie. La faccio breve, io ed il mio amico Italiano ci siamo sempre opposti ma sempre rimasti in minoranza. Con un colpo di mano …. e per liberarci abbiamo regalato le nostre quote alla maggioranza, abbiamo liquidato i costi dell’annualità corrente e ce ne siamo andati. Concludo: siamo partiti per i “ricci di mare” e dopo 3 anni ci siamo trovati Soci con 4 chioschi di spiaggia che con lo Statuto non aveva nulla a che fare. Abbiamo tentato di uscire per “giusta causa” (Statuto alla mano) e non pagare l’annualità dei costi ma senza riuscirci se non disposti a sostenere costi altissimi e almeno 4-5 anni azioni legali. Fosse solo questo che mi è capitato qui in Brasile sarei felicissimo, eppure questo Paese mi intriga ancora, mi sono passati i dolori tipici da freddo del nord Italia, non ho mai piu’ avuto problemi di salute (incrocio le dita), sfogo la mia passione per la pesca e altro ancora. Certo è che quotidianamente io e mia moglie, brasiliana ma olandese di origine e cultura, ci stiamo allontanando pian piano dai Brasiliani

    • risiedo in Cabo Frio RJ. dopo il turismo e la produzione di sale la terza attività di Cabo Frio è la pesca. qui al largo tra Però (frazione di Cabo Frio) – Cabo Frio e Arraial do Cabo c’è una risorgive atlantica parallela alla costa per 25-30 Kms ed al largo per alcuni kms dalla spiaggia che oltre a rinfrescare l’acqua (Cabo Frio) alimenta molti pesci anche pregiati e di profondità. quando riesco a combinare con altri appassionati una pescata d’altura (costa molto), usciamo per 4-5 giorni e peschiamo con “nasse” “reti” e “canne corte”. Le canne le usiamo in attesa di ritirare le nasse e le reti. Quando non riesco a combinare una pesca d’altura allora i miei luoghi sono in Arraial do Cabo di fronte all’Isolotto dei Francesi e in Cabo Frio dagli scogli del forte di San Matteo. Pescare in mare è la mia passione da sempre. A volte pesco anche in acqua dolce ma ancora oggi qui in Brasile non riesco a capire il “filo dell’acqua”, il “fondo” e le diverse” correnti” dei fiumi di qui.

      • Bei posti.

        Vendo e distribuisco prodotti per la pesca a mosca.

        A moltissimi brasiliani piace pescare, si dice sia il secondo hobby più praticata dopo il calcio.

        • questi posti è forse il motivo piu’ forte del mio restare in Brasile. La pesca a mosca non è il mio forte, alcune volte ci ho provato (magari con tuoi prodotti) ma per me è senza il gusto della “profondità”……sono certo che tu mi capisci. Il Brasiliani pescano ma non mangiano pesce…….è un fatto! Vanno sui laghetti a pagamento che hanno acque torbide, pesci gatto, carpe e altri di grandi dimensioni. Qui in zona ci sono dei torrenti sulla serra molto frequentati e con presenza di trote di piccolo taglio e pescano con la mosca. Complimenti per il tuo lavoro che rasenta la mia passione e soddisfa la passione di molti locali. Un caro saluto.

          • Si, ho dei clienti di RJ che pescano nella serra.

            L’ Amazzonia è una miniera di oro per la pesca sportiva di Tucunarè ma ci sono sempre più strutture di pesca e sempre meno pesci.

  9. in Amazzonia ci sono stato ma non sono riuscito ad allamare nulla per 3 giorni consecutivi. solo con una strumento che è simile alla bilancia da pesca Italiana (rete quadrata di 1,5×1,5 a maglia fine) ho preso qualche pesciolino da frittura. Nulla da fare, sono un pescatore solo di mare non professionale. Le mie catture preferite sono: pitangola (tipo ricciola) e garoupa (cernia) oltre ad altre “saporite”. ciao.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here