Home attualità Pizzolato: il dirigente fuggito in Italia lavorerà a radio OK FM di...

Pizzolato: il dirigente fuggito in Italia lavorerà a radio OK FM di Brasilia

45
2
CONDIVIDI

L’ex direttore commerciale del Banco do Brasil, Henrique Pizzolato, dopo aver ricevuto l’assenso della giustizia ad un regime di semilibertà, lavorerà a radio “OK FM” di Brasilia.

Condannato in Brasile nel processo Mensalão a 12 anni e 7 mesi, in carcere per corruzione, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro, Pizzolato potrà ora uscire per recarsi al lavoro dalle 8 alle 18, con una pausa di due ore per il pranzo. Riceverà un salario di 1800r$ al mese come assistente di programmazione. Continuerà a dormire in carcere dove dovrà rientrare tutti i giorni entro le 8 di sera.

Il lavoro assegnato a Pizzolato è stato recentemente oggetto di una denuncia da parte del pubblico ministero che ha segnalato come l’emittente OK FM sia di proprietà del compagno di cella di Pizzolato: l’italo brasiliano ed ex-senatore Luiz Estevão condannato a 26 anni di prigione per corruzione, peculato e associazione a delinquere.

Pizzolato condannato nel 2013 era fuggito in Italia prima della sentenza utilizzando un passaporto falso.

In Italia è stato localizzato e successivamente arrestato nel febbraio del 2014. Nell’ottobre del 2015, dopo un lungo processo legale, è stato estradato in Brasile.

2 Commenti

  1. off topic…
    forti acquisti nelle ultime settimane sui titoli di stato brasiliani in reais, nonostante il selic in calo.
    credo che la situazione politica giudicata favolosa per i mercati (= alta probabilità lula in galera) conti più del selic.

  2. il Pizzolato tra un paio di anni ed a causa di una “sinusite cronica” sarà fuori dal gabbio ed al massimo dovrà indossare la tornezeleira per qualche tempo. c’è però da ammettere che questo personaggio un poco di galera la sta facendo contrariamente ad altri che sono fuori, non sono indagati e ne tanto meno imputati pur avendo commesso reati peggiori del Pizzolato. Ogni mondo è Paese!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here