Home VIAGGIO BRASILE Paraná

Paraná

0

Ilha do Mel

POP. 1100

Quest’isola a forma di clessidra situata all’im­boccatura della Baía de Paranaguá è la zona balneare più incontaminata e pittoresca di tutto il Brasile meridionale, con spiagge per la maggior parte naturali, buone opportunità per il surf e spettacolari passeggiate lungo la costa. La tranquillità e la scarsa edificazione dell’isola sono in parte dovute al suo isola­mento. Raggiungibile solo in barca, Ilha do Mel è attraversata da sentieri sabbiosi ed è completamente priva di automobili, perciò il solo traffico che si incontra lungo le sue pitto­resche stradine sterrate è quello dei brasiliani in bicicletta con le loro tavole da surf e degli stranieri abbagliati dal sole che passeggiano con le loro Havaianas nuove ai piedi.

La metà settentrionale dell’isola è più lar­ga e fa parte di una riserva ecologica chiusa al pubblico. Nella parte meridionale, più collinosa, sorgono tre piccoli villaggi: Nova Brasília e Praia do Farol vicino all’istmo ed Encantadas sulla punta, all’estremo sud. Nel periodo delle vacanze estive ci può essere molta confusione in queste località, che vengono prese d’assalto da tantissimi giovani. Per la maggior parte dell’anno, però, Ilha do Mel (che significa ‘isola di miele’) è il regno di surfisti, campeggiatori e gente che setaccia le spiagge in cerca non solo di oggetti, ma anche di pace e tranquillità.

Che cosa vedere

Fortaleza de NS dos Prazeres Risalente al 1760 circa, si trova a 3 km di cammino da Nova Brasília passando per Praia da Fortaleza. Dopo aver esplorato la fortezza deserta, salite fino al punto panoramico per un’incredibile vista sulla baia.

Farol das Conchas Costruito nel 1872 per volere di Dom Pedro II, il faro si erge scenografi­camente in cima a un’altura nel punto più orientale dell’isola, da dove la vista spazia sull’isola, sulla baia e sulla Serra do Mar. Mol­ti ci vengono per vedere il sole che tramonta all’orizzonte: uno spettacolo da non perdere.

Grutas das Encantadas Secondo la leggenda queste piccole grotte sulla punta meridionale dell’isola sarebbero abitate da meravigliose sirene che incantano chiunque si avvicini. La strada per le grotte è ben segnalata sia da Encantadas sia da Praia da Fora.

Attività

Si può noleggiare una barca per visitare le isole del circondario. Ilha do Superagüi (R$400 andata e ritorno, 40 min) e Ilha das Palmas (R$150 andata e ritorno) sono servite dal Táxi Náutico che parte da Praia do Farol; le imbarcazioni per Ilha das Peças (R$250, da 4 a 5 h) partono da Nova Brasília dallo stesso molo del traghetto che fa il giro delle isole.

Surf e nuoto

A Ilha do Mel le spiagge non mancano. Quelle di sabbia bianca affacciate sulla baia sono lambite da acque miti e calme, mentre quelle sull’oceano hanno onde grandi adatte al surf. Quasi tutte, comunque, sono incontaminate, delimitate soltanto da dune modellate dal vento, colline boscose e promontori rocciosi. Praia da Fora e Praia Grande distano 20 minuti di cammino (2 km) da Nova Brasília e 40 minuti (4 km) da Encantadas. Per i surfisti locali in inverno queste spiagge offrono le onde migliori del Paraná.

Praia do Farol è la lunga distesa di sabbia compresa tra il molo di Nova Brasília e il Farol das Conchas. Alle sue spalle si estende un’area protetta formata da acquitrini erbosi e dalla restinga (un tipo di foresta umida tropicale e subtropicale di latifoglie che si trova solo in Brasile), che contribuisce a sal­vaguardare anche la bellezza naturale della spiaggia. I surfisti si radunano ai piedi della collina per cavalcare le leggendarie Ondas das Paralelas.

Se non avete portato la tavola da surf, forse preferirete le acque più calme e miti delle spiagge che si affacciano sulla baia dal basso fondale. A nord Praia da Fortaleza, spesso quasi del tutto deserta, offre l’oppor­tunità di fare il bagno al cospetto di un forte portoghese del XVIII secolo. La spiaggia mi­gliore vicino al centro abitato di Encantadas è Praia da Fora, con grandi onde e qualche bancarella che vende cervejas (birre) e sucos (succhi di frutta).

Bicicletta

La bicicletta è l’ideale per sfuggire alla calura e raggiungere più velocemente le spiagge. Tenete presente però che non è possibile raggiungere Encantadas in bicicletta a causa delle grosse rocce lungo la strada.

PARQUE NACIONAL DO SUPERAGÜI

Costituito dalle isole di Superagüi e Peças, questo parco nazionale nella Baía de Parana­guá è ricoperto da mangrovie e paludi salmastre popolate da una straordinaria varietà di uccelli e piante. Il parco è compreso nei 4700 kmq delle riserve forestali atlantiche degli stati di Paraná e São Paulo, che dal 1999 sono Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Famoso per le numerose varietà di orchidee, il parco vanta inoltre la presenza di colibrì e tucani, per non parlare della spatola rosa e della magnifica tanagra del Brasile. Ogni sera al tramonto centinaia – a volte migliaia – di amazzoni codarossa tornano ad appollaiarsi tra le fronde degli alberi dell’Isola di Papagaio. Nelle acque tra l’Ilha do Superagüi e l’Ilha do Mel si vedono spesso i delfini. Nel parco vivono anche altri mam­miferi, come aguti, paca, cervi, scimmie urlatrici e puma, che però sono più sfuggenti. È presente anche il leontocebo dal muso nero, una specie a rischio di estinzione molto difficile da avvistare.

Il parco nazionale non è aperto al pubblico, ma è permessa la navigazione tra le isole. Le escursioni in battello partono da Ilha do Mel e da Barra do Superagüi, un piccolo villaggio di pescatori tra i pochi insediamenti all’interno del parco. Vale la pena di tra­scorrere un giorno al villaggio per farsi un’idea di come si vive in un luogo ancora relati­vamente inalterato dal turismo.

Per raggiungere l’Ilha do Superagüi c’è un’imbarcazione che parte da Paranaguá ($60 andata e ritorno, 3 h) alle 15 da lunedì a sabato. Il noleggio di un’imbarcazione privata da quattro posti costa circa R$280. Per organizzare il viaggio, rivolgetevi a Dal­ton della Pousada Superagüi.

 

Cascate di Iguaçu e dintorni

POP. 256.000

Il Rio Iguaçu, che nasce tra le montagne costiere del Paraná e di Santa Catarina, si snoda per 600 km verso ovest incontrando lungo il suo corso decine di affluenti. A un certo punto il fiume si allarga maestosamente descrivendo un’ansa intorno a una foresta lussureggiante prima di precipitare in una serie di salti tumultuosi che prendono il nome di Cascate di Iguaçu.

Migliaia di anni prima di essere ‘scoperte’ dagli europei, le cascate erano un luogo di sepoltura sacro alle tribù dei tupi‑guaraní e dei paraguas. Lo spagnolo Don Alvar Nuñes si imbatté nelle cascate nel 1541 e le chiamò ‘Saltos de Santa María’, nome che però non riuscì a scalzare quello tupi-guaraní di Iguaçu (Grandi Acque). Nel 1986 le cascate sono state dichiarate dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e nel 2011 sono state incluse tra le Sette Nuove Meraviglie della Natura.

CORRIDOIO TURISTICO IGUAZÚ/IGUAÇU

I cittadini del Mercosul (Mercato Comune del Sud America) possono entrare in Argenti­na nella zona vicino alle Cascate dell’Iguazú senza visto per un massimo di 72 h. I citta­dini della maggior parte dei paesi europei non hanno bisogno del visto, mentre quelli di Stati Uniti, Australia e Canada devono pagare in anticipo una tassa di reciprocità, anche per le escursioni in giornata sul versante argentino delle cascate. Chi ha l’obbligo del visto per il Brasile, invece, ne avrà bisogno anche per visitare le cascate dall’Argentina, anche per le escursioni organizzate in giornata.

Foz do Iguaçu

La città brasiliana di Foz do Iguaçu conobbe un periodo di sviluppo frenetico nei 18 anni di costruzione della Diga di Itaipu (comple­tata nel 1982), durante i quali la popolazione quintuplicò. Allora era una città un po’ sopra le righe, ma oggi l’atmosfera è più distesa.

Tour

Visitare in giornata entrambi i versanti delle cascate è possibile, ma nessuna escursione organizzata offre questa soluzione. Presen­tatevi sul lato brasiliano appena apre, alle 9 del mattino, e lì prendete un autobus Rio Uruguay (www.riouruguaybus.com.ar) per l’autostazione di Puerto Iguazú (delle otto partenze giornaliere, a voi possono servire solo quelle delle 10, delle 11, delle 12 e delle 13 per riuscire a completare il giro), dove potrete prendere un autobus locale per raggiungere le cascate. Fate in modo di riprendere l’au­tobus per il Brasile entro le 18. Quasi tutti gli alberghi di Foz do Iguaçu offrono escursioni nel parco argentino al costo di circa R$150.

Pernottamento

Av das Cataratas, lungo il tragitto per le cascate, è piena di hotel di catena in stile convention. Se l’albergo non è al completo, non abbiate timore a chiedere uno sconto.

Pasti

I veri buongustai troveranno i ristoranti (e il servizio) migliori a Puerto Iguazú, in Argen­tina. Cominciate da La Rueda.

Locali e vita notturna

La vita notturna si concentra lungo Av Jor­ge Schimmelpfeng, dove troverete birrerie all’aperto per godervi il fresco della sera, vivaci bar con patio e locali notturni dove invece la temperatura si surriscalda fino a tardi.

Continua …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.