Home VIAGGIO BRASILE Rio Grande do Sul

Rio Grande do Sul

0

Gramado 

POP. 32.200

Gramado, una piccola località turistica di montagna che si definisce ‘autenticamente europea’, non è alla moda come Ipanema o affascinante quanto l’Amazzonia, ma è una delle cittadine più graziose del Brasile. L’atmosfera ricorda quella di un villaggio svizzero: le boutique vendono oggetti di vetro e cioccolato di qualità, i ristoranti servono fonduta e gli alberghi sono arredati come chalet. Inoltre, le infrastrutture, gli standard di sicurezza e il paesaggio rendono Gramado all’altezza di centri nordamericani o europei di dimensioni analoghe (le auto si fermano alle strisce pedonali!). Talvolta l’insistenza sul tema alpino scivola un po’ nel kitsch, e le attrattive culturali sono quasi inesistenti, ma l’effetto complessivo è piacevole e in questo angolo di paradiso il tenore di vita è molto più alto rispetto alla media brasiliana.

Che cosa vedere e fare

Três Coroas, 24 km a sud di Gramado, è una località famosa per il rafting.

Lago Negro Il Lago Negro, circa 1,5 km a sud-est del centro, è un pittoresco lago artificiale adorno di ortensie e imbarcazioni a forma di cigno.

Snowland (www.snowland.com.br) Il primo snow park dell’Ame­rica Latina, inaugurato nel 2013, è un paese delle meraviglie artificiale per lo sci, lo snow­board, la motoslitta, il tubing e il pattinaggio sul ghiaccio, con bar e ristoranti. Si trova 6 km a ovest del centro.

Tour

Passeio Panorâmico Gramado (www.jardineiradashortensias.com.br) Tour in autobus di due ore che offre una panoramica sulla storia, l’architet­tura e le attrattive naturali della città.

Feste ed eventi

Festival de Gramado (www.festivaldegramado.net) Gramado ospita per nove giorni il festival del cinema più prestigioso del paese.

Locali e vita notturna

Taberna MF (www.facebook.com/legadoMF) Gliel’abbiamo chiesto, e le lettere ‘MF’ stanno proprio per motherfucker (‘figlio di buonadonna’!). Se questa non fosse una ragione sufficiente per entrare, sappiate che qui troverete 30 qualità di birre artigianali alla spina, compresa una selezione di ale in stile belga e un’ottima IPA.

I puristi si scandalizzeranno, ma questo bar serve anche mix di birre in un solo bic­chiere: poco ortodosso, ma audace. Con bic­chieri in cristallo Blumenau da 170 e 300 ml, i lupelomaníacos (‘tossici’ in portoghese!) possono contare su lunghe serate allegre.

Cambará do Sul

POP. 6500

Cambará do Sul è una polverosa cittadina di frontiera costruita dagli allevatori di bestiame, con un’autentica atmosfera da gaúchos. Situata 186 km a nord-est di Porto Alegre, è una comoda base per visitare il Parque Nacional de Aparados da Serra e il Parque Nacional da Serra Geral – definiti, con qualche esagerazione, il ‘Grand Canyon del Brasile’.

Cambará, che si trova a quota 1000 m, registra più neve di qualsiasi altra località del Rio Grande do Sul ed è molto frequentata nei mesi invernali (da maggio a ottobre, periodo in cui i prezzi sono più elevati). Infine, la città si è proclamata ‘capitale del miele’, che vi verrà offerto ovunque.

Che cosa vedere e fare

Parque Nacional de Aparados da Serra Situato a 18 km da Cambará do Sul, questo magnifico parco occupa una superficie di 102,5 kmq al confine tra gli stati di Rio Gran­de do Sul e Santa Catarina. Qui la monotonia dei grandi pascoli lascia spazio a una serie di canyon straordinari che fendono il terreno raggiungendo anche 720 m di profondità.

Il parco, che custodisce una delle ultime foreste di araucária (pino del Paraná) del paese, è stato dichiarato area protetta. La principale attrattiva è il Cânion do Itaim­bezinho, una stretta gola lunga 5800 m con pareti ripidissime che scendono parallele fino a una profondità compresa tra i 600 e i 720 m e due cascate che precipitano verso il fondo.

Il parco è attraversato da tre sentieri. Il Trilha do Vértice si snoda per 2 km fino a un punto panoramico sul canyon e sulla Cascata do Andorinhas. Il Trilha Cotovelo è invece un itinerario di 3 km (2 h 30 min andata e ri­torno) che passa accanto alla Cascata Véu de Noiva e offre una vista mozzafiato del canyon.

Per una prospettiva diversa, imboccate il Trilha do Rio do Boi, che segue il fondo del canyon per 7 km dall’ingresso del Posto Rio do Boi (si raggiunge dalla cittadina di Praia Grande, nello stato di Santa Catarina). Date le condizioni accidentate del percorso roccioso dovrete ingaggiare una guida professionista. Nella stagione delle piogge il sentiero viene chiuso per il rischio di inondazioni.

Parque Nacional da Serra Geral Il Parque Nacional da Serra Geral, a 23 km da Cambará do Sul, vanta canyon spettacolari come l’Itaimbezinho. Il Cânion da Fortaleza è una scarpata di 8 km che in alcuni punti raggiunge i 900 m di profondità. Il Trilha do Mirante, un sentiero moderata­mente ripido, si snoda per 7 km fino al bordo del canyon e offre una vista magnifica della cascata Cachoeira do Tigre Preto. La Pedra do Segredo è una torre di roc­cia sospesa in posizione precaria su questo precipizio. Il Cânion Malacara è stato creato dal fiume omonimo, mentre il sentiero Trilha Piscina do Malacara raggiunge un bacino naturale con acque fresche e cristalline da cui si gode uno splendido panorama.

Tour

Le agenzie forniscono mezzi di trasporto e guide per i canyon, e offrono uscite a cavallo

CANELA E PARQUE ESTADUAL DO CARACOL

Pur essendo meno sofisticata di Gramado, la vicina Canela è comunque una cittadina con un certo fascino. Il centro si sviluppa intorno a una piazza alberata piena di negozi e caffè, e su un lato svetta l’imponente Catedral de Pedra (Cattedrale di Pietra) in stile gotico. Canela offre una buona scelta di alloggi economici e un accesso più comodo ai parchi statali, molto frequentati dagli escursionisti. L’attrattiva principale è il Parque Estadual do Caracol  7 km a nord-est di Canela, con la sua spettacolare Cascata do Caracol, che compie un salto di 130 m.

Pernottamento

Cambará dispone di numerosi alloggi eco­nomici a gestione familiare. Le sistemazioni di livello più elevato si trovano fuori dalla cittadina. Campeggiare nei parchi nazionali è vietato, ma l’ufficio di informazioni turistiche potrà segnalarvi i campeggi municipali.

Pasti e locali

A Cambará non ci sono molti ristoranti, ma recentemente sono stati aperti alcuni graziosi caffè e bistrò.

LITORAL GAÚCHO

Sulla carta sembra straordinario: una striscia di costa lunga 500 km che forma un’unica distesa di sabbia compresa tra Torres, al confine con lo stato di Santa Catarina, e Chuí, al confine con l’Uruguay. Purtroppo la realtà è diversa: acqua torbida e spiagge anonime. La zona è comunque interessante dal punto di vista culturale e non è male per il surf.

Torres

POP. 34.600

Situata al confine con lo stato di Santa Cata­rina, 205 km a nord di Porto Alegre, Torres è l’unica eccezione alla monotonia della costa. Non è una località entusiasmante, ma ha un’atmosfera piacevole e spiagge discrete (per quanto affollate), con formazioni di roccia basaltica, dune coperte di vegetazione e una passerella di legno sul lungomare all’in­segna di crêpes e churros. L’insieme ricorda vagamente una località balneare britannica.

Praia Grande, la principale spiaggia citta­dina, è piuttosto tranquilla, delimitata a sud dalla più piccola Prainha e a nord dalla Praia dos Molhes, una spiaggia molto apprezzata dai surfisti, dove il Rio Mampituba fa uno scenografico ingresso in mare. Anche Praia da Cal, 2 km a sud di Praia Grande, richiama numerosi appassionati di surf.

In inverno le correnti antartiche portano intensi venti freddi: la folla scompare e alcuni alberghi chiudono da maggio a novembre.

Che cosa vedere e fare

Parque Estadual da Guarita I giardini del Parque Guarita, 2 km a sud di Av Beira Mar, offrono uno splendido scenario naturale, mentre la vicina spiaggia omonima è consi­derata la più bella di Torres.

Felipe Raupp Escola de Surf (www.frsurf.com.br) Raupp, noto a livello internazionale, offre ottimi corsi di surf.

Tour

Marina (www.barcosmarina.com.br) Organizza gite in barca a Ilha dos Lobos, una riserva ecologica che da gennaio ad aprile ospita una colonia di leoni marini. In alta stagione ha un chiosco all’inizio di Av Beira Mar.

Feste ed eventi

Festival Internacional de Balonismo (www.festivaldebalonismotorres.com.br) Festival Internazionale delle Mongolfiere: un evento spettacolare.

Rio Grande

POP. 197.200

Situata all’imbocco della Lagoa dos Patos, Rio Grande nacque nel 1737 per proteggere il confine meridionale dall’impero por­toghese. Questa città, la più antica della regione, raggiunse l’apice del suo splendore nel XIX secolo quando il porto assunse un ruolo fondamentale nel commercio di carni bovine. Rio Grande vanta un centro storico incantevole con pregevoli edifici coloniali e neoclassici.

ENTRARE IN URUGUAY

Situata 245 km a sud di Rio Grande, la cittadina di confine di Chuí/Chuy ha una parte brasiliana e una uruguayana. La strada principale funge da confine: sul lato settentriona­le (brasiliano) si chiama Av Uruguaí, mentre su quello meridionale (uruguayano) prende il nome di Av Brasil. Negli ultimi dieci anni il lato uruguayano si è riempito di negozi duty free, sempre pieni di clienti brasiliani. Chuí non è una località degna di nota, ma negli ultimi anni gli standard di sicurezza sono migliorati (nei limiti del possibile per una città di confine). Chi si trattiene qui in genere lo fa per approfittare degli alberghi economici e per visitare le attrattive turistiche uruguayane nelle vicinanze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.