Home News “L’operazione Lava Jato ha stroncato il settore delle costruzioni civili “

“L’operazione Lava Jato ha stroncato il settore delle costruzioni civili “

3
CONDIVIDI

Questa è la ” sensazione ”  dopo oltre tre anni di caduta verticale del settore delle costruzioni civili . Una ricerca del SINICON (Sindicato Nacional da Indústria da Construção Pesada ) mostra che il settore rappresenta la componente del PIL con la caduta più espressiva nel 2017 .

Nel primo semestre , il PIL delle Costruzioni è caduto del 6,6% , rispetto al primo semestre del 2016 .Dal 2° semestre del 2013 la caduta complessiva è del 14,3% contro  una caduta del PIB del 5,5% . Nello stesso periodo dei 2,7 milioni di posti di lavoro perduti , 1 milione derivano dalla Costruzione Civile .

L’economista dell’ Ibre/FGV, Júlio Mereb,  prevede che il settore chiuderà l’anno con una caduta del  5,7% rispetto ad una crescita del PIL  brasiliano dello 0,8% .

3 Commenti

  1. Non è stata la Corruzione Dilagante ma la Lava Jato…??

    Cosa significa il titolo ?? Che le costruzioni civili vivevano di Corruzione ?

  2. post dal titolo “provocatorio”. Provocazione che nell’articolo che segue viene definita “sensazione”…..
    che Lava Jato abbia buttato sabbia in un meccanismo “oleato” dalla corruzione mi pare evidente come mi pare evidente una rallentamento generale della produzione Brasiliana non solo delle costruzioni. generalmente dopo una pulizia dei meccanismi e senza piu’ buttare sabbia ma in galera rapidamente i principali responsabili, buona parte della produzione e PIB dovrebbe riprendersi. Lava Jato è nato per la diffusa corruzione e non viceversa…..ma si sta impiegando troppo per ingabbiare i responsabili (responsabilità Lava Jato) e per riscrivere le nuove procedure per le commesse pubbliche e per il finanziamento ai partiti (potere esecutivo + potere legislativo).

  3. Al di là dei numeri è indubbio che il comparto immobiliare è completamente immobile da nord a sud, non si vende e non si compra nulla, o quasi. E questo non può che ripercuotersi in maniera molto negativa sia sull’occupazione che sull’indotto con le inevitabili conseguenze in termini di riduzione delle entrate tributarie per cui aspettiamoci che le tasse il Brasile inizi a spremerle anche sulle rendite finanziarie e patrimoniali. Spero di essere cattivo profeta naturalmente.
    Un saluto,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here