Home News Brasiliana fa ammazzare l’ex-marito italiano per impossessarsi della eredità

Brasiliana fa ammazzare l’ex-marito italiano per impossessarsi della eredità

6
CONDIVIDI

Era schiava del gioco ed era piena di debiti ,per questo Gesonita Barbosa, 35 anni, brasiliana ,  in cura ai servizi sociali per ludopatia, avrebbe progettato di uccidere l’ex marito  Antonio Olivieri, artigiano di 50 anni, con cui era in via di separazione.

L’assassino è il nuovo compagno della donna  Paolo Ginocchio di  45 anni , un piccolo pregiudicato,  montatore di mobili . Un piano con uno scopo chiaro : uccidere il marito prima della sentenza di separazione per ereditare i beni dell’uomo e riprendersi i due figli che i servizi sociali gli avevano affidato .

Dopo aver simulato una mancanza di energia elettrica , Paolo ha atteso che Antonio scendesse in cantina per riattivare il contatore . A questo punto lo ha colpito alla testa e lo ha finito soffocandolo con delle fascette di elettricista .

Quindi  a bordo della sua Panda  torna nella casa di Cavi di Lavagna dove la Barbosa lo sta aspettando. Ma la loro latitanza è breve , inchiodati dalle immagini di alcune telecamere e dalle fascette da elettricista usate per l’omicidio la cui confezione viene ritrovata nell’auto di Paolo .

6 Commenti

  1. e delle brasiliane ammazzate da stronzi italiani come te Martino che diciamo? Se lo meritavano? Gli stronzi italiani sempre in mezzo al crimine? A nome della maggioranza silenziosa di brasiliane perbene chiedo al gestore del blog di rimuovere il commento/insulto .

    http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/omicidio-marilia-1.2915058
    http://www.secoloditalia.it/2017/11/orrore-a-roma-brasiliana-stuprata-e-uccisa-a-porta-pia-cranio-fracassato/
    http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2017/04/04/news/doveva-sposarsi-falciata-e-uccisa-di-notte-1.15142024
    https://www.tpi.it/2017/03/14/donna-transgender-torturata-e-uccisa-fortaleza-brasile/

    • Sono certo che Riccardo Martini non si riferiva alle brasiliane in generale ma a quella dell’articolo che , brasiliana o meno , merita tutto il nostro disprezzo .
      Ho pubblicato il post perchè la vittima ha il mio stesso nome e quai lo stesso cognome ed alcuni amici lo avevano confuso com me . Volevo pertanto rassicurarli .

  2. luoghi comuni. ogni cittadino del mondo ha la sua etichetta infamante. non faccio esempi perchè lo sappiamo. però l’infamia delle “brasiliane stronze” mi è nuova.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here