Home attualità Lula accetta di consegnarsi dopo un accorato discorso ai sostenitori

Lula accetta di consegnarsi dopo un accorato discorso ai sostenitori

61
CONDIVIDI

Sono trascorsi pochi minuti dalla fine del discorso di Lula ai sostenitori . Il discorso si è tenuto fuori del Sindacato , subito dopo la messa in suffragio della moglie Marisa Leticia . Nel corso del lungo discorso , Lula , ha dichiarato che si consegnerà alle autorità per provare la sua innocenza .

In seguito sono riportati , volutamente senza traduzione , alcuni passaggi del discorso .

Lula diz que tem profundo orgulho de ter sido o único presidente sem ter um diploma universitário. “Mas sou o presidente que mais fez universidade na história desse país.”

“Eu sairei dessa maior, mais forte, mais verdadeiro e inocente, porque eu quero cobrar que eles é que cometeram um crime, um crime político de perseguir um homem que tem 50 anos de história política”, diz Lula.

“Nós não querermos repetir a barbaridade que fizeram com a Marielle no Rio, que fazem com meninos negros nesse país”, diz Lula.

“Quanto mais dias me deixarem lá [preso], mais Lulas vão nascer neste país”, diz o ex-presidente.

Lula diz que muitas pessoas sugeriram que ele procurasse asilo no Uruguai ou em embaixadas de outros países. Ele diz que não tem mais idade para isso e que vai enfrentar todos “olho no olho”.

“Eu não pararei porque eu não sou mais um ser humano, eu sou uma ideia, uma ideia misturada com a ideia de vocês”

“O meu coração baterá pelo coração de vocês, e são milhões de corações”, diz Lula.

61 Commenti

  1. Lula è innegabilmente un grande oratore in grado di parlare al suo elettorato muovendone le corde giuste . La jihad contro giudici ed accusatori è lanciata .

    • Un affabulatore di Analfabeti e Violenti al servizio di Grandi Imprenditori niente di più, perfetto per quello che é il Brasile.

      Il discordo é stato un Addio, sá di non avere successori e a parte i mantenuti dei sindacati e i banditi di Sem Terra e Sem Teto ci sono state pochissime manifestazioni a favore; anche le persone presenti al Sindacato erano pochissime.

  2. mi dispiace per il Brasile perchè ha nel Paese un “narcisista – vanitoso” di troppo. il troppo stroppia.
    forse era meglio per il Paese e per Lula che si rifugiasse in qualche Paese amico pronto ad ospitarlo.
    definirsi “uma idea” è assolutamente da psicopata esaltato.

    • Denunciare e porre limite alle porcherie alle quali assistiva quotidianamente non sarebbe costato nulla a un Presidente della Repúbblica, anzi lo avrebbe elevato aí massimi livelli.

      Ha deciso invece di farne parte e prenderne le redini, una scelta stupida, fanciullesca e di livello ínfimo.

      Il vantaggio personale momentaneo anteposto a quello comune a lungo termine per um Presidente della Repúbblica é imperdonabile.

      Foda-se.

      • Ha solo fatto quello che il 90% dei brasiliani avrebbe fatto in una situazione simile..levar vantagem em tudo!
        L’ indignazione contro i ladri e corrotti, dal sindico del predio al presidente della repubblica, in realta’ e’ invidia mascherata come quella verso chi ad es ha vinto alla lotteria..nel profondo sperano solo che qualche giorno tocchi a loro levar vantagem em algo

  3. Invidio le vostre certezze perchè io non ne ho su questa storia e, francamente, non credo a nessuno, neppure a stampa e giudici brasiliani.
    Probabilmente Lula si sarà anche fatto reformare un appartamento (!) in cambio di qualche appalto ma Dilma non mi sembra ci sia prova che abbia rubato qualcosa eppure è stata destituita.
    Boh!

    • Alle sentenze non c’è bisogno di credere o meno, sono sentenze e basta, fatevene una ragione.

      Dilma non è stata destituita perchè accusata di aver rubato qualcosa, informati meglio, ti hanno spiegato male…

          • Temer votato da nessuno!! Se Dilma si fosse ammalata gravemente o deceduta chi avrebbe preso il suo posto?

          • Lino,

            Temer (che Lei ha nominato come suo vice conforme Costituzione) avrebbe preso il suo posto.

            I Vice presidenti nessuno li vota, ma non da oggi da sempre.

            Chiedete una modifica alla Costituzione se non vi stá bene

          • Correggo,

            non Dilma ma il Partito, cioé Lula, perché gli altri non contato niente.

          • Francesco, nel tentativo di polemizzare a tutti i costi non ti sei accorto che stiamo dicendo la stessa cosa.
            Temer se lo sarebbero beccato comunque anche in caso di “incapacitazione” del presidente in carica, non solo, aggiungo invece che lo hanno pure votato gia’ che chi spingeva sul 13 vedeva i due faccioni di Dilma e di Temer assieme

    • Un appartamento che non e’ suo ma ha seguito tutta la ristrutturazione, un sitio che non e’ suo ma ci e’ stato un centinaio di volte e gli intestatari reali solo una volta ed hanno dormito in hotel, dava “palestre” a 70/80mila euro cada dove non ci sono ne foto ne riprese delle stesse e sono improvvisamente cessate, un malloppo di euro versati in una banca di Porto dalla amante dove ha affittato il “carro-forte” a nome proprio di Lula dichiarando pure il valore da trasportare, il figlio da inserviente nello zoo in 8 anni si e’ comprato il jet privato…basta una di queste cose per avere qualche dubbio

        • Con lo stesso principio potremmo non credere che Berlusca abbia evaso le tasse o avuto a che fare con la figlia di Mubarak…

        • diffidenza personale o diffidenza sulla giustizia post 2 sentenze passate in giudicato e con ricorsi superati? se è personale, posso capire lo stato d’animo diffidente collegandolo a quanto succede in Brasile in generale…..la bugia, dopo l’esaltazione, è comune in questo Paese. Se la tua diffidenza è sulla Giustizia, allora io penso che tu sia al fondo e pieno sfiducia verso la Giustizia di tutti i Paese del Mondo. Credi al gas Sarin bombardato sabato scorso su civili Siriani? Oppure credi a quanto stiano affermando Assad – Putin e gli Iraniani? Non se hai visto le immagini TV dove questi gentiluomini affermano che sono stati gli stessi civili a buttarselo addosso per propaganda. Cosi’ è il caso Lula e il caso corruzione complessiva in Brasile e Lava Jato….

          • non sono stati i civili a buttarselo addosso, sono stati i terroristi (elmetti bianchi compresi), al servizio dei tuoi democratici USA, a buttarlo sui civili.
            l’hanno già fatto molte volte e ci sono le prove (che ovviamente non ti dice repubblica o il corriere o la globo).
            in tutta la siria dopo che i ruddi derattizzano una zona dai tagliagole filo-usa si scatena la festa popolare.
            informati presso fonti oneste e meno schiave imperiali.
            sono 200 anni che gli usa quando fanno una guerra hanno bisogno di giustificarla con false flag per ammansire l’opinione pubblica.
            ti ricordo la fiala con le “puzzette” di saddam, o anche milosevic, prima condannato, poi “suicidado” in carcere e ultimamente scagionato.

          • fantapolitica o fantaterrorismo. come confermare che la troietta di Berlusconi fosse veramente la nipote di Mubarak. A proposito, ai Primi Ministri Italiani è concesso e perdonato raccontare balle pubblicamente mentre ai politici americani no. Perchè?

          • undo,
            mesi fa la BBC mostrò con tanto di video gli americani che aiutavano i terroristi a scappare da raqqa. il congresso americano ha più volte votato finanziamenti e armamenti ai terroristi, che loro chiamano “ribelli”.
            più volte nelle città siriane liberate si sono mostrati depositi di armi dei terroristi in casse di provenienza americana e israeliana.
            gli americani (e prima gli inglesi) usano da sempre il terrorismo islamico per i loro scopi.

            https://www.globalresearch.ca/the-raqqa-exodus-the-us-coalitions-secret-deal-to-allow-isis-daesh-terrorists-to-escape/5620328

          • Lucio mi stai raccontando la storia del popolo Americano come fossero loro ad aver organizzato il 1° di Settembre 2001 e tutti gli attentati accaduti nel mondo a seguire. Il fatto che li chiamano ribelli non significa che l’Isis sia una loro creazione. Caso mai è una creazione di chi comanda veramente nel medio oriente per non cambiare il loro status dominante. Io, fossi in te, inizierei a distinguere meglio perchè non è il popolo Americano tutto che fa delle porcate, caso mai dipendano da loro le porcate è un gruppo ristretto che però nessuno, dico nessuno indica chi sono. perchè? come mai tutti zitti? i giornali e la televisione io non li leggo e vedo piu’ da almento 15 anni, sono pagati. In verità guardo solo lo sport e leggo la Gazzetta dello Sport in web (sono un ex ultra del Torino Calcio).

          • quando parlo di americani ovviamente non mi riferisco al popolo americano ma ai loro governi, visibili e occulti, ai militari, ai servizi segreti, a certe lobbies finanziarie e intellettuali.
            io invece mi occupo molto di questi temi per passione (ho metà parentela italiana nelle forze armate) seguo da anni la guerra in medioriente giornalmente.
            ti regalo una foto interessante, il set cinematografico dove i “ribelli” preparano i falsi “gassati dal regime”:

            https://uploads.disquscdn.com/images/f839b4424db07914ac319ddb5818652ab9559c30b2261fb6afd6663368425463.jpg

          • apprezzo la tua necessaria puntualizzazione/precisazione che vorrei sempre leggere nei tuoi interventi che a volte sono generalistici e massificanti. penso che tu sia d’accordo nel non fare di tutta l’erba un fascio. mi auguro che i tuoi parenti nelle Forze armate Italiane siano “democratici”. La foto del set non dice nulla di “ribelli”, mi sembrano un gruppo di persone con un ciak in mano l’una e un impasto di cemento un’altra. ma se dici che sono “ribelli”……probabilmente disponi di una chiave di lettura che io non ho.

        • Marcofalco,

          fattene una ragione, non é successo nulla di grave, alle sentenze non c’é bisogno di credere o meno, si prende atto e basta.

          Considerando che il Brásile é una pagliacciata a tutti i livelli non credo ci rimanga molto tempo in prigione, quando uscirà potrai andare a portargli la tua solidárietà personalmente.

      • Ragazzi forse è il caso che ci rileggiamo tutti il saggio di Beccaria “Dei delitti e delle pene” che ha illuminato tutti i pensatori e i giuristi successivi tanto che in Italia, e buona parte dell’Europa, esiste un sistema giuridico formato dall’accusa (PM), dalla difesa e da un terzo che emette la sentenza (Giudice).
        Tutto ciò in Brasile NON esiste perchè vige un sistema giudiziario INQUISITORIO laddove chi fa le indagini (inquisitore) è anche colui il quale emette la sentenza (Moro). Ora fate come volete ma io del sistema giudiziario brasiliano NON MI FIDO. Come pure della polizia brasiliana. Sono tutti troppo facilmente corruttibili. Ovviamente anche in Italia c’è corruzione ma il sistema della terzietà del giudizio e della parità tra accusa e difesa mi sembra molto ma molto più sicuro ed equilibrato.
        Il sistema inquisitorio della giustizia brasiliana è uno dei tanti retaggi della dittatura militare, come pure il sistema poliziesco ridicolo.

        • Forse é il caso che ti informi meglio,
          sia le indagini (che sono durate anni) che la denuncia sono del Ministério Pubblico (di San Paolo se non ricordo male).

          Se sai che i Giudici sono stati comprati fai denúncia, altrimenti sono cazzate.

        • 1° la PF su incarico della Magistratura fa le indagini. 2° non ci sono prove le indagini della PF si fermano, ci sono prove le indagini proseguono attraverso fasi decise dalla Magistratura. 3° a prove confermate il tutto passa al Giudice che inizia il suo lavoro con il reo e la sua difesa. 4° il Giudice decide se erogare pena o liberare il reo. 5° se c’è pena il reo può ricorrere in appello. 6° se condannato anche in appello il reo va in carcere. Tra il primo giudizio, quello che tu chiamo dell’inquisitore sbagliando grossolanamente, ed il secondo giudizio ci sono sotto fasi mosse tutte dalla difesa dell’imputato che tra ricorsi e ricorsetti a volte porta alla prescrizione del reato. Infine, il diritto brasiliano è il medesimo del diritto romano che è ancora oggi utilizzato da mezzo mondo (tutta l’Europa + gli Stati Uniti ed il Canada con l’Australia e il Brasile). Il pensiero espresso dal Beccaria aveva a suo tempo prodotto il carcere minorile, vedi il carcere Beccaria di Milano, dove si entra a 14 anni e si esce a 18 piu’ preparati a commettere reati. Doveva essere un istituto rieducativo ma quando uno ha la mente da bandito non la cambia MAI.

          • Undo resta il fatto che il sistema giudiziario Brasiliano, a differenza di quello italiano ad esempio, è molto più influenzato dalla plitica piuttosto che da una culura legale e giudiziaria. L’ultimo degli avvocati brasiliani ne sa meno di me di Legge che sono un semplice ragioniere italiano.
            Inoltre in Brasile il Ministero Pubblico-Federale o dei vari Stati costituisce una carriera autonoma, diversa da quella di magistrato. In Italia al contrario il Pubblico Ministero, cui compete l’esercizio obbligatorio dell’azione penale, fa parte della carriera della magistratura, essendo inoltre permesso il passaggio, a determinate condizioni, dalla funzione di Pubblico Ministero alla funzione giudicante di Magistrato. Con tutte le conseguenze del caso. Le differenze e il grado di credibilità sono quindi notevoli.

          • vero ma il codice penale è costruito sul “diritto romano” che non è per nulla interpretativo anzi chi ha cercato di interpretarlo ha fatto sempre una brutta fine. quindi: ci sono differenze comportamentali ma non interpretative. Interpretare il “diritto romano” è impossibile tanto è corto e semplice. 1° comportarsi onestamente – 2° non compromettere il prossimo su questioni tue e che non lo riguardano – 3° distribuisci equamente in base al merito. Non c’è nulla di piu’ se non Accusa – Difesa – Giudice e Giuria e 2 giudizi.

        • @Marcofalco, ti sei dimenticato di Antonio Di Pietro e la sua Equipe di Mani pulite? Antonio Di Pietro per me è stato un modello di inquisitore moderno. Ho assistito a vari processi con lui o Gherardo Colombo come PM…..ragazzi mi pareva essere al cinema. Sempre mi chiedevo: “ma se antonio Di Pietro ed i suoi si comportavano così durante i processi teletrasmessi, come si comportavano durante gli interrogatori privati? Forse a martellate sulle ginocchia?”. Non è un caso che Mani pulite ha avuto tanti suicidi…….Lava Jato al momento nemmeno uno, quindi.

  4. Il solito compagno con il mercedes sotto il culo e la pancia piena. Gli unici che hanno goduto del suo mandato sono stati gli istituti bancari, aahaahah

  5. Dilma o niente è la stessa cosa, non ha mai governato nè deciso nulla, per fare la spesa al supermercato chiedeva a Lula cosa doveva comprare.

  6. presto in Brasile ci sarà un’altro Lula…….che farà meglio le stesse cose che ha fatto Lula. E’ un ciclo dei bicicli che ha origine dal triciclo brasiliano. C’è un detto in Brasile che recita: “Dio a qualcuno ha fatto un segno perchè gli altri possano distinguerlo e stare lontano”. E’ un detto brasiliano non mio. Mi è stato raccontato da un Bisbo Evangelico riferendosi al Lula. Dopo qualche giorno ho capito quale è il segno di Dio per Lula.

  7. Povero Brasile , e si comincia con la Cumbre de Lima , in questo contesto le
    Americhe non stanno bene , la corruzione é ovunque ma di certo nessun paese della regione batte Brasile per creatività e Venezuela per cattiveria .Ho visto in spagnolo ( vivo in Messico) El Mecanismo il serial su Lula e Lava Jato , vedetelo se non lo avete fatto , é raccapricciante. Saluti dal Messico
    !

  8. Resta il fatto che io nel panorama politico brasiliano non vedo valide alternative a lula, dilma, temer ecc. Anzi non vedo propio nessuna alternativa credibile.

    • non so se voti in Brasile nel prossimo ottobre. se voterai ti consiglio di cliccare 000 e confermare così che il tuo voto è nullo e se il 51% dei votanti farebbe così le elezioni si annullano, i partiti si azzerano/spariscono ed i politici pure. Dovranno essere chiamate nuove elezioni con partiti nuovi e politici nuovi. mi permetto di darti questo consiglio perchè: 1 Lula non sarà candidabile – 2 Dilma è incandidabile finoal 2022 – 3 Temer sarà presto perseguito e incriminato quindi non presentabile. concordo che c’è poco in giro …. come in Italia.

  9. E non citiamo il divieto di “riforma in peius” …

    E Lula non mi é neppure simpatico…peró un poco di senso del limite…

  10. @Francesco Villa @Undo forse è il caso che vi leggete il link riportato da Paulista qui sopra.
    Il diritto romano c’entra ma fino a un certo punto con il sistema giudiziario brasiliano che è figlio della dittatura e dell’inquisizione.
    Sebbene titolare di RNE non posso votare in Brasile e, francamente, non mi importa perchè non saprei chi votare (mentre in Italia si).
    Durante la campagna elettorale 2010 mi ero temporaneamente “infatuato” di Marina la proletaria verde venuta dal nulla ma è stata una breve “avventura”.
    Forse tornerà per l’ennesima in auge il Tucano di Sau Paulo? Spero proprio di no.

    • in Brasile unica soluzione votare 000 e confermare. puoi informarti cosa succederebbe se il 51% dei votanti si comportasse così. Marina per me è intelligente ma scarsa, non ha argomenti economicamente validi……..come la radicale Bonino.

    • Marcofalco,

      ognuno di noi crede a ciò che vuole e le sentenze non sono racconti o favole a cui credere o meno, si prende atto e basta.
      L’impunità in Brasile è la prassi, nulla a che vedere con l’inquisizione.
      Non apro i link.

      Mauro,
      secondo me Marcofalco ha votato o voterebbe per i 5 Stelle…?!?!

      • @Francesco Villa posso essere libero di non credere nella (in)giustizia brasiliana così come pure non ho fiducia, per altri motivi, neppure in quella italiana?
        Oppure devo “prenderne atto e basta” perchè così piace ripetere all’infinito a Lei?
        Grazie.

  11. Mito nº 1 – Se mais de 50% dos votos forem nulos, a eleição é anulada

    FALSO

    Como apenas os votos válidos são considerados na contagem final, se a maioria dos eleitores votar nulo, todos esses votos serão descartados e ganhará o candidato com o maior número de votos válidos.
    Mesmo se mais de 50% dos eleitores votarem nulo, a eleição não é anulada. A confusão ocorre devido a uma interpretação equivocada do art. 224 do Código Eleitoral. A “nulidade” a que a legislação se refere diz respeito a votos tornados nulos por decisão judicial (devido à prática de abuso de poder político, por exemplo):
    “Art. 224. Se a nulidade atingir a mais de metade dos votos do país nas eleições presidenciais, do Estado nas eleições federais e estaduais ou do município nas eleições municipais, julgar-se-ão prejudicadas as demais votações e o Tribunal marcará dia para nova eleição dentro do prazo de 20 (vinte) a 40 (quarenta) dias.”
    VOTA ANTONIO

  12. @ Gino: rettifico, ho seguito la scia dei messaggi Whats App. Dopo la tu nota sono andato a verificare TSE ed è come dici tu. Ho abboccato. Mi rimane però il pensiero che se il 51% votasse nullo gli eletti avrebbero un bel coraggio a formare congresso ed esecutivo sapendo che la maggioranza dei votanti ha votato “nullo”. Però…..siamo in Brasile e vale tutto!

  13. Marcofalco,

    come detto sopra ognuno di noi è libero di credere a ciò che vuole, anche Tu.
    Si dice in Brasile: “Sò nào acredita quem nào quer !!”

    Buona Domenica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here