Home VIAGGIO BRASILE São Paulo

São Paulo

0

EMBU

Fondata nel 1554, Embu rimase un tranquillo villaggio coloniale fino al XX secolo, quando fu inghiottita da São Paulo, il cui centro si trova ben 30 km più a ovest. Embu è però riuscita a conservare gran parte del suo nucleo coloniale e questo grazie soprattutto alla sua comunità di hippy, artisti e intellettuali che a partire dagli anni ’70 hanno iniziato a trovarvi rifugio dalla giungla di cemento di São Paulo. Oggi per i paulistanos Embu rappresenta una classica meta per il weekend, un’occasione anche per vedere i lavori degli artigiani del posto esposti alla feira (mercato; Largo dos Jesuitas; h9‑18 sab e dom). L’area circostante la feira è gremita di negozi di antiquariato e arti­gianato, piacevoli da visitare negli altri giorni della settimana.

UN TRENO! 

Fondata dalla São Paulo Railway Company, di proprietà britannica, la graziosa cittadina di Paranapiacaba sarà anche immersa nella foresta pluviale atlantica della Serra do Mar, circa 40 km a sud-est di São Paulo, ma conserva elementi tipicamente inglesi, compresa una copia, per quanto approssimativa, del Big Ben. Grazie al suo isolamento, questa cittadina si è conservata in modo splendido, con il suo ordinato reticolo di strade fiancheggiate da edifici di legno e mattoni in stile britannico. La residenza dell’ingegnere capo della ferrovia, una classica costruzione vittoriana di legno conosciuta come ‘Caste­linho’, oggi è sede del Museu do Castelo un piccolo museo con una collezione di mobili d’epoca dal quale si può ammirare un panorama incantevole. Paranapiacaba costituisce inoltre una buona base per le escursioni in giornata al Parque Estadual Serra do Mar.

Il mezzo migliore per arrivare a Paranapiacaba è l’Expresso Turístico Paranapia­caba

OASI COSTIERE DI SÃO PAULO

Le spiagge di São Paulo sono troppo numerose per citarle tutte in queste pagine. Oltre a quelle già descritte, potreste fare un salto in quelle indicate di seguito se volete evadere dalla città e affondare i piedi nella sabbia; molte saranno poco affollate.

Santos

Pur non avendo mai ricevuto una stella per la pulizia, Santos è la spiaggia più vicina alla città di São Paulo, raggiungibile in poco più di un’ora quando il traffico non è troppo intenso. Grazie al denaro del petrolio è anche una località divertente, con tanti bar e ristoranti di ottimo livello. La gente del posto considera Boqueirão, tra i canali 3 e 4, la spiaggia migliore. Con i suoi 5335 m di lunghezza, il giardino costiero di Santos è entrato nel Guinness dei primati come il più grande del mondo.

Gli autobus Cometa (www.viacaocometa.com.br) per Santos partono con una certa frequenza dal Terminal Intermunicipal do Jabaquara a São Paulo

Guarujá

Con le sue belle spiagge lungo il tratto di costa più vicino a São Paulo, quella che un tempo era l’affascinante Guarujá ha subito negativamente l’eccessivo sviluppo edilizio. Tuttavia, se non avete modo di spingervi oltre, resta una località piacevole per una fuga dalla me­tropoli, a dispetto delle torri di cemento lungo le spiagge, che nei weekend si affollano di gitanti. Chi pratica il surf tenga presente che si formano belle onde lungo Praia do Tombo e Praia do Éden (raggiunte da un sentiero in discesa che si dirama dalla strada per il Per­nambuco o per le spiagge di Iporanga), una valida alternativa per allontanarsi dalla folla.

Gli autobus Ultra (www.viacaoultra.com.br) diretti a Guarujá effet­tuano partenze tutta la giornata dal Terminal Intermunicipal do Jabaquara in São Paulo.

Boiçucanga e dintorni

La rilassata cittadina per surfisti di Boiçucanga è una buona base per esplorare il tratto di costa che si estende a ovest di São Sebastião. La varietà delle spiagge, molte addos­sate ai ripidi versanti della Serra do Mar, è sorprendente, e nelle vicine Camburi e Mare­sias, diventate famose anche come animati centri di villeggiatura, ci sono interessanti opportunità per il surf. Juqueí è frequentata soprattutto dalle famiglie.

Boiçucanga si raggiunge da São Paulo Tietê, Guarujá e São Sebastião  con gli autobus Litorânea (www.litoranea.com.br).

Ilha do Cardoso

Questa riserva ecologica situata in prossimità del confine meridionale con il Paraná, quanto di più selvaggio possa esistere nello stato di São Paulo, è un mosaico di stupen­de piscine naturali, cascate e spiagge incontaminate; è abitata da appena 400 persone e non vi sono automobili. Le sabbie scure e le acque grigiastre non scoraggiano i nuovi hippy, che adorano queste spiagge proprio in virtù del loro isolamento.

Due autobus Intersul (www.intersul‑transporte.com.br) partono tutti i giorni dall’auto­stazione Barra Funda di São Paulo alla volta di Cananéia dal cui lungomare diversi operatori privati offrono il passaggio in barca fino all’isola. Cananéia si può raggiungere anche da Iguape via Pariquera‑Açu.

COSTA PAULISTA

La costa di São Paulo, conosciuta in por­toghese con il nome di Litoral Paulista, raggiunge il culmine della spettacolarità nella sua estrema propaggine meridionale, in particolare nella zona di Ubatuba, grazie alle vette coperte di giungla della Serra do Mar che scende fino all’Oceano Atlantico.

Ubatuba

POP. 79.000

Ammantate dalla ricca flora della Mata Atlântica (foresta pluviale atlantica), le cime della Serra do Mar offrono un magnifico sfondo smeraldino alla sinuosa linea costiera di Ubatuba. Con le sue eleganti ville in riva al mare e i molti raffinati alberghi e pousadas, questo tratto del litorale, soprattutto la zona che si estende a sud della città, è diventato il luogo di villeggiatura d’elezione dei pau­listanos benestanti. Procedendo verso nord in direzione della vicina Paraty, nello stato di Rio de Janeiro, le spiagge diventano sempre meno accessibili, ma anche più selvagge e incontaminate. Il poco visitato Parque Nacional da Serra da Bocaina si estende a cavallo degli stati di São Paulo e Rio de Janeiro. L’area è particolarmente gradevole in inverno, quando le temperature restano piuttosto elevate, la riduzione delle piogge non giustifica più il soprannome della città

(Ubachuva, che significa Uba piovosa) e la folla si riduce drasticamente.

La città di per sé, chiamata semplicemente ‘Centro’, non è particolarmente bella, fatta eccezione per la passeggiata sul lungomare, i graziosi scorci sulla baia e qualche spiaggetta, ma nulla vieta di trovare alloggio da queste parti per esplorare la costa settentrionale e quella meridionale, senza contare che di sera lungo Rua Guarani, la strada principale, c’è una discreta movida.

Che cosa vedere e fare

Le spiagge più belle della città si raggiungo­no più agevolmente in bicicletta (Ubatuba ha diverse piste ciclabili) e la bella baia è diventata un luogo molto frequentato dagli appassionati di Stand Up Paddling. Più pro­blematico è raggiungere le spiagge remote e le isole pittoresche fuori città. L’ufficio turi­stico fornisce informazioni sulle escursioni e sulle visite guidate al vicino parco statale e ai bei percorsi che si inoltrano nelle fitte foreste della catena costiera.

Ubatuba è anche un’importante località per il birdwatching, soprattutto in ottobre.

Gite in barca

Da Itaguá partono le escursioni in barca verso l’isola più visitata, Ilha Anchieta. Questa riserva naturale protetta ospita rare specie di pesci e di uccelli che vivono indi­sturbati nei loro habitat naturali, ma a parte osservare la fauna si possono fare molte altre attività. Queste brevi uscite in barca regalano splendide vedute della costa e delle sue magnifiche acque color verde intenso. Potete prenotare tramite l’ufficio turistico o in uno dei numerosi alberghi o pousadas. In alternativa, si può trattare direttamente con gli operatori del settore, che vedrete sul lungomare davanti alla spiaggia di Itaguá. Le imbarcazioni per questa escursione partono anche dai quartieri di Enseada e di Saco da Ribeira. Nel corso dell’uscita avrete modo anche di visitare la sede del Projecto Tamar (www.tamar.org.br), un progetto locale per la tutela delle tartarughe endemiche e delle loro uova.

Spiagge

Il distretto di Ubatuba comprende 74 spiagge e 15 isole sparse nel raggio di 100 km. Le due spiagge cittadine più belle sono Vermelha (ideale per il surf) e Cedro (più appartata), entrambe raggiungibili a piedi o in bicicletta.

La strada costiera è servita regolarmente dagli autobus. Tra le spiagge più belle a sud di Ubatuba figurano Praia Vermelha (3 km), Enseada (8 km), Flamengo (12 km, sulla Ponta do Flamengo), Lázaro (16 km) e Domingos Dias (18 km).

Il cuore delle feste è della movida è Praia Grande, 6 km a sud di Ubatuba.

Le spiagge situate a nord della città sono nascoste dietro i ripidi fianchi delle colline. Trovarle è un po’ più complicato, ma le condi­zioni che offrono per il boogie board e il surf ripagano ampiamente della fatica necessaria per raggiungerle. Tra le più belle spiccano Vermelha do Norte (9 km), Itamambuca (15 km), Félix (17 km), Prumirim (23 km), Ubatumirim (33 km) e Picinguaba (43 km).

Pernottamento

Se non disponete di un’automobile vi con­sigliamo di cercare una sistemazione in centro, da dove vi sarà possibile raggiungere le spiagge con gli autobus locali.

Pasti

Non perdetevi l’azul‑marinho, uno squisito stufato tipico della zona a base di pesce e banane verdi che deve la sua colorazione azzurro-violacea a una reazione chimica tra le banane e il ferro della pentola in cui vengono cotte; altrettanto irresistibili sono i dolci alla banana di Tachão de Ubatuba.

São Sebastião

Una delle poche località della costa paulista ad avere conservato un pizzico del suo fascino coloniale, São Sebastião domina un canale spettacolare che separata la terraferma da Ilha de São Sebastião (che la gente del posto chiama comunemente ‘Ilhabela’), raggiungi­bile in 15 minuti di traghetto. Rapportati agli standard locali, i prezzi applicati in città sono piuttosto contenuti, per un paio di ragioni. Nelle vicinanze non ci sono spiagge e inoltre la città è un importante scalo petrolifero, con gigantesche petroliere che sviliscono la bellezza naturale del posto. Ciò nonostante, São Sebastião resta un luogo piacevole dove fare tappa se si è diretti a Ilhabela.

Pasti

Non mancate di assaggiare gli squisiti sorve­tes (sorbetti) e i picolês (ghiaccioli) prodotti da Rocha, un marchio locale che troverete in vendita soprattutto in Altinoi Arantes 90. Gusti come il milho verde (mais dolce), il coco quemado (cocco abbrustolito) e la banana caramelada (banana caramellata) sono indimenticabili.

continua…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.