Home Racconti da Rio de Janeiro La parte buona

La parte buona

21

Secondo O Globo, che non è un giornale comunista, Flavio Bolsonaro, figlio dell’attuale Presidente del Brasile, è uomo legato al maggiore della polizia militare Ronald Paulo Alves Pereira e Adriano Magalhaes da Nobrega, ex capitano del battaglione dei Reparti Speciali (Bope).

Flavio Bolsonaro in passato ha insignito il capitano Adriano delle maggiori onorificenze che il parlamento fluminense possa conferire a un poliziotto e, nel discorso pronunciato in tali occasioni ha dichiarato: “Non possiamo stigmatizzare le Milizie, la Milizia è un congiunto di poliziotti militari o no, retti da una certa gerarchia e disciplina che cercano, senza dubbio, di espellere dal seno della comunità ciò che c’è di peggio: i criminali”.

Nell’ottobre del 2003 il figlio del Presidente ha consegnato ad Adriano Magalhaes una medaglia al merito affermando che il capitano “prestava un importante servizio alla comunità svolgendo con prestezza e comportamento eccezionale le sue attività”. Nel 2005 Flavio ha dato al poliziotto la Medaglia Tiradentes, maggior onorificenza del Parlamento di Rio de Janeiro; Bolsonaro poi ha assunto nel suo gabinetto la moglie e la madre del capitano Adriano che hanno collaborato per anni con lui.

E’ notizia recente però che la parte buona della Polizia di Rio de Janeiro ha iniziato l’operazione “Intoccabili”  atta a smantellare la più forte e più dura Milizia della città, quella di Rio das Pedras.  Il maggior Ronald, braccio destro di Adriano, è stato arrestato nel condominio di lusso nel quale risiedeva, alle sei del mattino; “E allora che mi dici dell’omicidio Marielle?” è la prima domanda che la donna ispettore gli ha posto.

Adriano Magalhaes, ex capitano dei Reparti Speciali, numero uno della Milizia di Rio das Pedras, è riuscito a scappare.

Le accuse mosse ai due sono quelle di aver ucciso, riscosso il pizzo, aver costruito abusivamente appartamenti, case, condomini, insomma di aver comandato, amministrato il quartiere Rio das Pedras sostituendosi allo Stato, potere conferito dai più alla Milizia di poliziotti militari corrotti con il pretesto di allontanare i narcotrafficanti dalla regione e pacificare l’area.

Le accuse mosse ai due riguardano il famigerato “Ufficio del Crimine” cioè un ufficio di assassini su commissione che, tra gli altri, avrebbe organizzato e compiuto l’omicidio della deputata PSOL Marielle Franco e dell’autista Anderson Gomes.

La denuncia del Pubblico Ministero indica la Milizia di Rio das Pedras come responsabile delle estorsioni ai residenti di tasse illegali relative a supposte prestazioni di servizi, il gruppo poi rende occulti i beni acquisiti mascherandoli come proventi di attività lecite e falsifica documenti pubblici. Per ottenere la falsificazione degli immobili illegali è stata montata una struttura gerarchica alla quale aderiscono commercialisti e addetti ai pagamenti corruttivi agli agenti pubblici. Le denunce riguardano poi i crimini di usura, utilizzo clandestino di acqua e energia, tasse per la protezione (dalla Milizia) di commercianti, normali residenti e operatori nei trasporti di van e micro autobus.

Chi si oppone al potere della Milizia viene ucciso da assassini professionisti appartenenti all’Ufficio del Crimine, tra i quali Fabiano Cordeiro Ferreira, O Matador, accusato di aver eseguito le sentenze  nei confronti di chi non pagava mensilmente quanto doveva o di chi si è dimostrato contrario al business dei poliziotti ed ex poliziotti (in un audio estratto dalle intercettazioni telefoniche rese pubbliche dagli investigatori il commercialista del gruppo chiede all’assassino di tagliare braccia e gambe di un inadempiente).

Al vertice dell’associazione chiamata Milizia di Rio das Pedras vi è il capitano Magalhaes, oggi ricercato dalla Polizia, difeso più volte in parlamento da Flavio Bolsonaro, eminente Senatore della Repubblica Federale del Brasile, figlio del Presidente Jair Messias Bolsonaro, votato da molti in nome di una maggiore sicurezza e riduzione della violenza tra le strade, nelle città del Paese.

21 Commenti

  1. Il PT è un’ associazione a delinquere conclamata e il gruppo Globo è putridamente di sinistra, il resto sono cazzate.

  2. la globo per 20 anni appoggió apertamente la dittatura militare, tanto che poi chiedette perdono per l´”erroruccio”…
    per 5 anni dal 2013 al 2018 tutti i santi giorni 2/3 della durata di ogni santo telegiornale li ha dedicati ad attaccare il PT…
    ora da qualche settimana “é vergognosamente di sinistra”. ahahahah!

    • Ma infatti, questa che la Globo è di sinistra deve essere una delle più grandi cazzate che ho mai sentito in vita mia. Il popolo brasiliano è stato vittima di un lavaggio del cervello mica da ridere con sta storia del PT corrotto. Prima di tutto il PT non è corrotto, semmai sono le persone che fanno parte del gruppo politico del momento ad esserlo. E’ come dire che i muri dellla casa di un criminale sono criminali. Secondo, non è che gli altri partiti prima del PT non lo fossero. Il problema è che nel loro piccolo mondo personale moltissimi brasiliani vedono questa corruzione come qualcosa di quasi normale. Il loro “Jeitinho”. E, se fossero al posto dei politici corrotti che tanto disprezzano, farebbero la stessa cosa. E’ solo invidia. Non è un caso che nessun Governo stanzi fondi adeguati per l’educazione. Un popolo burro è più facile da governare e abbindolare.

      • “prima di tutto il PT non è corrotto, semmai sono le persone che fanno parte del gruppo politico del momento ad esserlo”…

        E da chi é composto un partito se non da persone ?

        • Il PT è una parola. Anzi due Partido Trabalhador. Come può una parola essere corrotta? Se dici che Lula è corrotto ok. Dilma è corrotta ok. Se invece non vuoi capire quello che dico è un’altra storia. Comunque vediamo se tra qui a un annetto Bolsonaro o i tuoi cari amici militari avranno risolto il problema corruzzione in Brasile come hanno affermato durante campagna elettorale. Non è neanche passato un mese e si è già scoperto che il figlio di Bolsonaro è amicone di due Miliziani (corrotti) presi per l’omicidio di Mirelle. Ah, ma tanto lei era del PSOL (quindi comunista), era lesbica, aiutava i favelados, quindi chissenefrega neh. Ti dirò un’altra cosa. Odio i militari e la polizia. E sai perchè? Perchè sono volutamente addestrati per ricevere ordini e fare quello che gli vien detto senza questionare niente. Senza usare il loro cervello. Se gli dicono di massacrare durante una manifestazione gli insegnanti (come successo) loro lo fanno. E con piacere. E chi glie li dà questi ordini? Non sono forse gli stessi politici corrotti che tu vorresti tanto eliminare con i militari? Svegliati. Chi c’ha i soldi comanda e polizia e militari ( che non sono certo stati creati per difendere il popolo ma per poliziarlo) fanno solo stupidamente ciò che vien loro ordinato.

          • X Lino. Beh, c’avessi il suo numero di telefono chiamerei Batman di sicuro. Ora, lasciando perdere la risposta simpatica alla battuta simpatica, immagino che lei, come me, sia italiano, bianco, maschio. Ora provi a immaginare per un secondo che lei fosse donna, negra, povera. Penserebbe la stessa cosa della Polizia (soprattutto qui in Brasile)? Lo ripeto, la Polizia come istituzione esiste per proteggere i benestanti e non la popolazione in generale. Può darsi che la cosa sembri più celata in alcuni stati europei ma sotto sotto è così dìappertutto. Basti guardare la Francia. Macron ha ridotto le tasse ai ricchi e le ha aumentate ai poveri non mantenendo le promesse fatte per farsi eleggere. Il popolo, che ora fa la fame, reclama. Cosa fanno le forze dell’ordine in TUTTI questi casi? Proteggono il popolo? la maggioranza? O, come pecore, pigliano il popolo a mazzate, andando contro tra l’altro ai loro stessi interessi (perchè i polizziotti alla fin fine non fanno parte dei benestanti)? Poi lei può pensare che la polizia aiuti ad aver giustizia in questo mondo. Opinione sua.
            Tornando a quanto da lei scritto… se mi rubano qualcosa o mi assaltano per strada o faccio un incidente, cosa mi risolve esattamente andare dalla Polizia? Uno ci va perchè è quasi costretto a fare la denuncia, altrimenti l’assicurazione non ti paga o non ti rifanno i documenti etc… Ma per il resto?

          • Nonostante i fatti passati mi fido sicuramente di piu’ ma molto di piu’ di un carabiniere che di un poliziotto brasiliano, ma l alternativa alla polizia eh l anarchia, polizia era anche la securitate ..la stasi..

      • Se non fosse um partito político (se così se può chiamare) ma una societá sarebbe estinta da tempo per associazione a delinquere, in un paese serio, in Brasile sicuramente no.

        Tra le altre cose questi elementi chiedevano il pizzo per autorizzare opere pubbliche, cosa típica della máfia.

        Si é andati ben oltre lá semplice corruzione.

        Compravano voti in parlamento (la famosa democrazia della quale si riempiono la bocca) con soldi pubblici.

        Appoggiano e finanziano con i soldi dei Brasiliani e miei dittature amiche in giro per il mondo.

        Sono tutti fatti conclamati purtroppo e mi fermo perché mi vengono i conati di vômito.

        L’ único ostacolo al potere assoluto sono state le forze armate, non lo avrebbero mai permesso.

        Un’ associazione a delinquere a piene mani, senza se e senza ma.

        Abbandono il sito. Ciao

      • 1) la “corruzione” abbonda in tutti i paesi, in tutti i partiti, in tutta la grande imprenditoria.
        funziona cosí e punto. basta informarsi un minimo. ad esempio, come giá scrissi qui (inutilmente) la SIEMENS é stata condannata solo in cina 40 volte per corruzione negli ultimi anni.
        i mega scandali escono fuori solo quando qualcuno potente vuole eliminare qualcun´altro. spesso ad opera degli USA che sono i piu´potenti.

        2) sotto il PT gli stanziamenti per l´educazione raddoppiarono dal 2 al 4% del pil, anche usando i proventi del pre-sal. 186 nuove facoltá universitarie vennero create.
        sotto temer si é scesi al 3% e i proventi del pre-sal (giá inferiori perché parte l´ha regalata agli americani… e bolsominkia fará peggio) non saranno piú usati per salute ed educazione.

  3. In Brasile molti banditi sono gli stessi poliziotti, se vuoi una arma o delle munizioni te le procura l amico poliziotto, gli assalti dove occorre una preparazione tattica da chi sono fatti?
    La percentuale di gente ..onesta..nel senso ampio del termine qui eh veramente bassa, fa´sembrare noi italiani esempi di rettitudine, purtroppo eh anche lui un popolo che, per vari motivi, capisce solo il bastone..rispetta solo cio´che teme.

    • Lino,

      vai dà un poliziotto a chiedergli un’ arma e qualche munizione per fare un assalto, poi ci racconti come è andata.

      • FV credo che tu abbia qualche problema cognitivo di interpretazione dei testi nell´uso del mezzo espressivo, oppure sei davvero er polemica!
        Ho scritto AMICO poliziotto, AMICO..neanche in Italia ti fermi dalla polstrada e gli chiedi ..se vi do 100 euro mi lasciate passare con il carico eccedente alla portata..
        Mia suocera le munizioni (tra l altro un calibro .32 x revolver poco comune) gliele procura proprio un AMICO (A M I C O) poliziotto

        • francesco vive nel mondo di narnia…
          un amico che ha aperto un ristorante in un paesino nell´interno del nordest, non c´erano ristoranti fighi in zona ma ricchi ce n´erano e hanno iniziato a frequentarlo, tra cui il delegado… il quale ha regalato al mio amico pistola e munizioni senza che manco le avesse chieste.
          e lasciamo perdere quando regalano o vendono pure altre cose ancora piú illegali…

  4. Non distorcere ció che ho detto per piacere, chi ha detto che le indagini sono di sinistra o sono inventate ?

    Ho scritto che Globo é vergognosamente di sinistra, é la mia opinione tanto quanto secondo te non lo é.

    Tutto viene contato ad arte, pensato e costruito prima do essere pubblicato.

    Ci sono molti modi per presentare una notizia.

    Il resto sono illazioni rispetto alle quali avrai i tuoi buoni motivi per credere o meno, fai le denuncie del caso se sai qualcosa, sembri ben informato, sono anonime.

    Ora esistono anche i criminali di destra e di sinistra ? Come si distinguono ?

    • Che il governo di destra veda di buon occhio il potere parallelo delle Milizie lo si capisce dai discorsi che fanno da anni. Per loro i criminali sono i disperati delle favelas. I criminali in giacca e cravatta o con una divisa della polizia sono meno criminali degli altri.
      La distinzione non la faccio io, la fanno loro.
      Se poi vuoi capire dove tira il vento perlomeno a Rio, fatti un giro nei posti che stiamo citando. Chiedi in giro nelle favelas cosa la gente pensa di votare o cosa gli dicono che è meglio votare, e capirai chi appoggia chi. Intendiamoci i santi non esistono da nessuna parte (forse solo in cielo) e io non sono, come forse credi tu, un difensore della sinistra brasiliana. Ho molte critiche da fare al PT, ma credere, come molti fanno, che questa destra sia composta di gente onesta è come credere a Babbo Natale.

  5. L’ obbiettivo é chiaramente il Presidente della Repúbblica da parte non solo di Globo (che é vergognosamente di sinistra) ma di tutti i maggiori giornali.

    Quando ero in Itália ho avuto un cliente che era da poco uscito dal carcere dopo 22 anni (era um brigatista del quale non faccio nome ovviamente) ma io di attentati o simili non ho mai fatti…ognuno risponde per se stesso.

    I Marielisti (come loro stessi si definiscono) e chi non ha digerito e non digerirá mai che esistano opinioni diverse dalla loro, cercano in tutti i modi di attribuire una qualsiasi colpa o legame tra chi ha ucciso questa ragazza e il Presidente (direttamente o tramite i figli)…”Bolsonaro ha ucciso Mariele” in prima página, é il loro sogno.

    Può anche darsi che sia vero ma per ora non si sá quasi nulla, la rabbia e l’ intolleranza parlano più alto per ora.

    I maggiori giornali Brasiliani perdono per Novella 2000 e Chi 10 a 0.

    Vivere in Brasile e non aver a che fare con criminali e gente poco raccomandabile volontariamente o involontariamente é quasi impossibile.

    • Mi dispiace contraddirti, Francesco, ma per me che vivo a Rio da 16 anni era già evidente da tempo (e l’ho anche scritto nel Blog) che i criminali di destra (e quindi le Milizie e non solo loro) a Rio hanno appoggiato questo nuovo governo, credendo nella possibile impunità.
      Ci sono varie figure nella nuova camera dei deputati carioca che hanno simpatia per un certo tipo di criminali apparentemente alternativi al narcotraffico.
      Voglio però sottolineare come esista una parte della Polizia locale e Federale che sia “buona”, esente cioè da clientelismi. Le attuali indagini lo dimostrano. Dire poi che le indagini (Globo si limita a scrivere quello che gli investigatori le passano) siano di sinistra o persecutorie verso il Presidente non fa onore a chi fino a poco tempo fa ha applaudito l’arresto di Lula.
      Prima la Polizia faceva giustizia e adesso perseguita gli innocenti?
      Il fatto che il figlio di Bolsonaro sia un simpatizzante di questo tipo di criminali, mafiosi, assassini esattamente come i narcotrafficanti non è nemmeno in discussione. Semmai può essere discusso fino a quale livello è arrivata questa “simpatia” e quale sia il grado di favoritismo, quale la merce di scambio, ecc…

      • Il fatto che questo Flavio Bolsonaro (che non ha nulla che vedere con il Governo e che mi ricorda la versione poco più intelligente del Trota) venga messo al setaccio dopo l’ elezione del Padre è la dimostrazione di quale sia l’obiettivo.

        Che questi signori si siano arricchiti con la politica (lo farei anche io) e ciò che gli gira attorno lo abbiamo già detto.

        Prima nessuno sapeva chi fosse questo personaggio, oggi tutti sanno che è legato mani e piedi alle milizie (ma nessuno entra nel merito) e non si fanno scrupoli a lanciare accuse anche pesanti (l’ultima è dell’ ex candidato alla Presidenza, il prestanome e corpo di galeotti).

        Il fatto che il diretto interessato non li denunci per diffamazione probabilmente significa che è vero, io li denuncerei; secondo me finirà in un nulla di fatto.

        Stò facendo il possibile per andarmene da questa gabbia di matti, mi piacerebbe andare in Giappone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here