Home attualità Ritorno a Natal : Genipabu

Ritorno a Natal : Genipabu

2
CONDIVIDI

Sarà che mi sono disabituato al caldo o che quest’anno sta facendo un eccezionale  caldo umido appiccicaticcio , fatto sta che sto realmente soffrendo il caldo , probabilmente è ora di andare alla praia di Genipabu .

Poichè sto ristrutturando il mio appartamento in città ho affittato uno di questi moderni mini appartement a Ponta Negra . A vederlo ha tutti i confort : sala con cucina arredata , due suite ognuna con aria condizionata , piccola veranda  il tutto nuovissimo con  i servizi funzionanti .

Il problema per me che sono alto 1.87 e peso oltre 100 Kg è lo spazio . Appena mi muovo urto da qualche parte .Tutto lo spazio è infatti occupato da mobili progettati su misura e quindi sono costretto a muovermi lentamente  cercando di non sbattere . Ovviamente i disagi maggiori si hanno in bagno ed impiego il doppio del tempo per fare qualsiasi cosa . Inoltre la sala non ha in condizionatore e poiché questi appartamenti non prevedono una circolazione naturale di aria si soffoca . Naturalmente ho subito acquistato due ventilatori per sopperire al problema .

Nel mio appartamento al centro il vento è padrone della casa e non ho mai avuto bisogno di condizionatori per tutti gli anni che vi ho abitato . Comunque ho la netta impressione che quest’anno sia più caldo del solito . Siamo nel pieno dell’estate nordestina e si sente .

Il turismo è a livelli che non vedevo da anni . Una quantità indescrivibile di persone affolla locali , esposizioni , ristoranti , strade e negozi . Sabato  ho dovuto rinunciare per la prima volta a visitare l’esposizione di artigianato FIART che si tiene tutti gli anni al Centro di Esposizione di Natal recentemente ristrutturato . Una fila interminabile di auto mi ha fatto desistere dalla decisione

Per fortuna il giorno dopo sono andato alla spiaggia di Genipabu sul litorale nord di Natal ed ho avuto la sorpresa di trovare terminata un’opera iniziata un paio di anni fa : la strada di collegamento dal ponte Navarro con il litorale . Una strada nuova a quattro corsie in ottimo stato che mi ha fatto dimenticare la strada disastrata e spesso soggetta ad allagamenti che ero costretto a percorrere per raggiungere la splendida praia di Genipabu .  Purtroppo lo stabilimento dove ero solito fermarmi , proprio a ridosso della duna non esisteva più ! La duna , che è mobile , aveva ricoperto l’edificio di cui restavano poche vestigia emergendo dalla sabbia bianca . Poco male . Ci siamo sistemati un poco più in la e dopo un’oretta è arrivata la più sperata delle venditrici ambulanti : quella delle aragoste . Di dimensioni medie , già bollite , tre al prezzo di 20 reais sono subito finite in pancia !

E’ interessante sapere che la signora non solo le vende ma le pesca personalmente e non è l’unica . Una passeggiata sulle dune è le aragoste erano belle che andate .

Purtroppo ho trovato il mitico Bar 21 sul promontorio roccioso della spiaggia in uno stato deplorevole . Nonostante sia considerato il cartao postal di Genipabu non è curato adeguatamente .

Anni fa era gestito da un italiano e si potevano gustare degli ottimi  spaghetti ai frutti di mare nella suggestiva cornice creata dalla marea alta che circondava  buona parte della piattaforma su cui sorge la struttura . Il luogo è ancora suggestivo è spero sempre che qualcuno abbia il coraggio di riprendere seriamente la gestione del ristorante .

2 Commenti

  1. Lucio , grazie per il contributo . In realtà le temperature sono pressocchè le stesse ma il cielo è quasi sempre nuvoloso con brevi piogge notturne che aumentano molto l’umidità ed la percezione di caldo . Ecco perchè parlavo di caldo appiccicaticcio .Considerando che siamo in estate questo non è un clima normale . Si consolano gli agricoltori che stanno approfittando delle piogge che sono benedette in questa regione del nordeste tipicamente arida e secca .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here