Home burocrazia Il numero di brasiliani respinti dall’UE cresce di oltre il 60% nel...

Il numero di brasiliani respinti dall’UE cresce di oltre il 60% nel 2018

4
CONDIVIDI

4.984 cittadini brasiliani sono stati bloccati alle frontiere nel 2018

Secondo i dati di Frontex, l’agenzia per il controllo delle frontiere, il numero di cittadini brasiliani a cui è stato impedito l’ingresso in modo legale nell’Unione europea è aumentato del 61,5% nel 2018.

I dati diffusi da Bruxelles parlano di 4.984 cittadini brasiliani rimbalzati lo scorso anno rispetto ai 3.086 del 2017. Questo numero, secondo i dati citati da Folha de S. Paulo, pone il Brasile al settimo posto nella lista dei paesi i cui cittadini sono impossibilitati a varcare le frontiere dell’Unione Europea .

Forse anche per questo motivo si ritiene che il numero di immigrati illegali brasiliani sia in costante crescita.

4 Commenti

  1. ovvio… i brasiliani non vanno a raccogliere pomodori nel casertano, non ingrassano scafisti e ong. sono cattivoni da respingere…

  2. Arrivano illusi o ottusi pensando che il loro jeitinho funzioni anche con le dogane europee oltre che spesso vestiti/e da puttanone, mi paiono pure pochi 5000 ca.

  3. L’informazione riportata nell’articolo è evidentemente incompleta . Sono certo che Frontex ha i dati completi .Il dato riportato del 61.5% è ottenuto semplicemente calcolando la variazione percentuale di brasiliani respinti nel 2018 rispetto all’ anno prima ( 4984-3086)/ 3086 .
    Ebbene questo dato non tiene conto del totale di brasiliani che hanno fatto richiesta di entrata nell’ Unione Europea nello stesso periodo . Per intenderci il numero di respingimenti va diviso per il totale di coloro che hanno chiesto di entrare e questo valore confrontato con quello calcolato l’anno precedente .
    Facciamo un esempio .Nel 2017 : 20 000 brasiliani hanno fatto richiesta di entrata nella UE e di questi 3086 respinti il rapporto vale circa 15% . Nel 2018 :30 000 brasiliani hanno fatto richiesta e di questi 4984 sono stati respinti , ovvero circa il 16% . Pertanto la variazione sarebbe di solo +1% .
    E’ chiaro che tutto dipende dai dati mancanti . Sarei grato se qualcuno li reperisse in rete .

  4. Che strano che su questo blog nessuno parli della strage nella scuola di san paolo. Forse va bene se è terzo mondo e non va bene se è primo mondo e quindi se ne parla? Stavo cercando info sulla notizia e google mi ha riportato a questo sito, ebbene immaginavo un Blog sul brasile potesse commentare una strage di ragazzi stile USA ma in brasile
    Cosa credo nuovissima in questo senso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here