Home Racconti da Rio de Janeiro Da Rio

Da Rio

4

L’amore era dappertutto

era nelle fogne, nelle tombe, coi topi

e con gli insetti

nella separazione, nell’isolamento

nella morte in lingue straniere

nei sottoscala

dove i portinai, residenti in favela,

facevano la doccia a fine turno.

 

L’amore era nei figli spaventati

nei genitori in crisi, in una generazione

d’alienati, era nelle mascherine,

nel contagio, nella danza della morte

L’amore era nei calamai, negli ospedali,

nei posacenere, nei polmoni.

Nei tumori, negli infarti, nelle parole ultime.

Nei preservativi usati che il mio cane calpesta,

a Copacabana.

C’è amore, dappertutto

e mai come ora

non me n’ero accorto perché non volevo vedere

c’è amore nella fine dell’amore

nelle rime, nel dolore

nel colore viola o nero

nel cimitero

nelle nuvole a quadrettoni, nella luna che fissa

il volto dell’oceano e arrossisce di pudore

di languore o di vergogna se uno straniero

con la museruola sulla bocca

parla alle onde, sottovoce.

4 Commenti

  1. l´amore era pure nei “paredoes” che si svolgono ininterrotti da quando il governo dá il sussidio a 65 milioni di persone, delle quali i 2/3 non lo meritano perché non sono poveri e/o continuano la normale attivitá. e poi parlavano male del bolsa-familia!
    tutti felici, finalmente si guadagna senza produrre! é qui la festa! decine di migliaia in piazza a ballare fino alle 8 di mattina senza mascherine, gliene fottecazzo del covid.
    e grazie a questo bozo risale nas pesquisas…
    inclusa la cig dei dipendenti sono 100 miliardi al mese, e vogliono continuare fino a dicembre!
    voglio vedere CHI E COME pagherá quando un giorno vorranno i soldi indietro, ma giá odo l´uccello padulo svolazzare sinistramente intorno al mio deretano…

  2. vivendo in Brasile sono sinceramente preoccupato sia ora che per il futuro. momentaccio che durerà e spero non cancelli l’amore e le bellezze naturali diffuse in questo grande Paesone. infine, mi chiedevo perchè non si combattesse centralmente il covid19, ora sono consapevole del drammatico perchè.

  3. é vero piovono soldi, tu chiamalo se vuoi Chaves-naro e il controllo sociale . Gli inetti della Caixa manco fanno gli incroci con la Receita per stanare i furbetti del bonus auxilio, parliamo di milioni di furbetti coi CPF quadrivalenti,militari in primis .Intanto il clan B & Queiroz ,ladri seriali, coi milioni di stipendi farlocchi rubati,rachadi allo stato si parano il deretano regalando soldi a destra e a manca. Abito a lato di una loja di materiale edile , accessori per la casa,etc..,sempre piena, chiusa 2 volte per agglomerazioni.Vedi la fila che preleva l’auxilio e va a comprarsi le cosette per la casa, é boom di reformas .Il Nordeste tifa Bolsonaro ,ex odiatissimo qui, ma se gli dai soldi gratis tutto é perdonato. Sarebbe rielezione sicura se non fosse che la pacchia finirá con le stangate in arrivo targate Guedes e l’ombra dell’ impeachment per sforarare il tetto dei gastos. Golpe evangelico perfetto.

  4. ho la sensazione che Guedes tra poco se ne andrà in pensione “honrosa” magari all’estero. la sua visione economica del Brasile, giusta o sbagliata che sia, è troppo trasparente per questo esecutivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.