Navigazione forum
Devi accedere per creare messaggi e topic.

aiuto per vendita immobile in brasile

Salve , quando sarà possibile volevo vendere il mio appartamento in brasile , c'è qualcuno che mi può aiutare per spiegarmi qual'è la prassi per far rientrare i soldi della vendita sul mio conto in italia , che cosa si deve dichiarare all'agenzia delle entrate italiana in italia e quali tasse vanno pagate in italia  , và compilato anche il quadro RW della denuncia dei redditi italiana ?

hai un conto in Brasile a nome tuo? ed hai un conto in Italia a nome tuo? Se si, depositi sul conto in Brasile il valore della vendita dell'appartamento ricordandoti di fare entro 30 giorni dal compromesso di vendita e relativo incasso la dichiarazione di vendita e "gagno de capital" alla Receita Federal (vai da un contador). Fatta e pagata l'imposta di cagno de capital (15%) i soldi sono pronti ad uscire dal Brasile senza problemi. A quel punto fai un giroconto dalla tua Banca Brasiliana alla tua Banca Italiana dopo aver informato il gerente della Banca Italiana se fare un giroconto solo o spezzettare i giroconti perchè a "norma" dovresti pagare il 22% di imposta per il rientro del capitale. Non ho altro da dirti.

Se la vendi a un Italiano è più semplice fai la transazione Italia su Italia e poi vai a fare la registrazione al cartorio in Brasile. Da quello che mi risulta non ci sono problemi nemmeno in questo caso.

ho trovato scritto che ricevendo il trasferimento bancario sul mio conto in italia dal compratore brasiliano (non avendo io conto in brasile ) e avendo comprato 6 anni fà in brasile   , bisogna pagare la tassa bancaria IOF dello 0,38% circa sul valore trasferito , e essendo la vendita esegutia dopo 5 anni dall'acquisto non si deve pagare l'imposta di gagno del 15%in brasile e anche non si deve pagare l'imposta del 22% in italia

il gagno de capital devi sempre dichiararlo inserendo il prezzo di acquisto ed il prezzo di vendita. se sono trascorsi oltre 5 anni accedi a delle agevolazioni che non ti azzerano completamente il 15% se il valoe supera un tot., quindi contador necessario anche perchè la dichiarazione di gagno di capital/vendita immobile finisce in Receita Federal. Ciò che vendi in Brasile deve essere dichiarato in Brasile altrimenti i quattrini NON escono facilmente e mi pare ovvio. A che titolo escono i soldi? Deve essere un titolo valido. Attenzione, prova prima a verificare. E poi hai un delegato che può andare in cartorio a firmare la registrazione di vendita? Quindi o trovi un che si innamora del tuo appartamento e quindi è disposto a tutto oppure, come dice Mauro, vendilo in Italia e poi il compratore quando va in Brasile trasferisce l'immobile a nome suo. E' complesso ma non impossibile. Dipende da come ti muovi e con chi fai l'operazione. Discorso a parte le Banche dove ti consiglio di verificare bene perchè non tanto alla Banca ma la Banca ha un obbligo di segnalare all'Agenzia delle Entrate l'arrivo sul tuo conto di qualsiasi cifra superiore a 15.000 Euro. Quando ti chiama l'Agenzia per sapere l'origine.....cosa gli racconti? sopratutto cosa gli mostri? Che hai venduto una casa senza pagare tasse in Brasile e, per una legge Brasiliana, non devi pagarle anche in Italia? Pensaci un attimo.......nn regge e allora diventano dolori. Io ho finito. Non ne parlo piu', ti auguro ti trovare la soluzione migliore per te. In bocca al lupo.

Cioe' da neofita fatemi capire...l'imposta de gagno( guadagno ) del 15% si paga solo se si e' venduto piu' di quello che si e' comprato???? lo IOF invece dello 0,38% si paga sempre ed e' fisso??? in piu' si paga anche il 22% allo stato italiano per il rientro di capitali??? ma a che titolo?? e' una follia....se e' cosi'..grazie a chi vorra' rispondermi...

Mio contributo. L imposta sul ganho de capital é considerata alla stregua de IRPF ma deve essere pagata al massimo entro un mese. Aliquota 15% se i soldi non sono reinvestiti in un altro immobile in brasile.

Eccezioni (esenzioni) : se la vendita é di un immobile RESIDENZIALE di basso valore ( R$ 35 mil) O se é stato venduto un unico immobile , di valore até R$ 440 mil ma solo se non é stato venduto un altro immobile negli ultimi 5 anni.
Nel sito della receita cé un programmino per calcolare il ganho de capital.
Possono essere dedotte le spese sostenute per migliorie che aumentano il valore dell' immobile ma devono essere documentate.
IOF se i soldi vanno in Italia e non dimenticare ITBI  Imposto de Transmissão de Bens Imóveis Inter-vivos, imposta municipale che ha aliquota determinata dal municipio, generalmente da 2 al 4 % del valore venale (base di calcolo IPTU).
E per finire le spese per il contratto e per il registro nel Cartorio Registro de imoveis (catasto) che di solito sono a carico del compratore ma devono essere pagate  e sono diverse dipendendo dallo stato (dove vivo sono legnate ma in altri posti non é cosí).
Se ho dimenticato o sbagliato qualcosa segnalatemelo.

tumangia1 - se l'immobile in Brasile non 'hai mai dichiarato in Italia il trasferimento dei soldi a che titolo lo fai? Vendita di immobile in Brasile? Sarebbe come andare in bocca al leone. Poi il 15%di gagno in BRasile è sulla differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita. Attenzione ci sono delle condizioni ben precise per accedere al 15% che potrebbe essere anche azzerato se trattasi di prima vendita e non sueriore a x Reais. Vedi il suto della Receita in "Gagno de capital venda imoveis". Per l'Italia ho puoi dimostrare che oltre ad aver dichiarato la proprietà immobiliare hai anche pagato le tasse in Brasile e il gagno....allora dal 22% che ti viene richiesto dalla Agenzia delle Entrate di decurtano quello che hai pagato in Brasile. Art. 23 della convenzione sulle doppie imposizioni fiscali........Se non è così per l'Italia sono soldi da tassare al 22%. Nao tem jeito.

mi sono spiegato male Undo. il mio era un esempio mai detto di non dover dichiarare in Italia. Ripartiamo da capo vedo di essere chiaro questa volta......uno vuole comprare un immobile in Brasile trasferisce la somma regolarmente in Brasile. paga l'immobile 500mila reais. poi lo rivende l'anno dopo a 500mila. deve pagare il 15% ??? credo di no... a rigor di logica avrebbe dovuto pagarlo se lo vendeva a 550mila reais.(50mila per 15%). Per quel che riguarda lo IOF dello 0,38% deve pagarlo quando porta i soldi in BRasile e anche quando li porta via??? sempre regolarmente denunciati.... e il 22% in Italia deve pagarlo se ha comprato a 500mila e venduto a 500mila e quindi con guadagno 0??? grazie

Un amico che non aveva dichiarato nulla in Italia ha trasferito gli importi con causale vendita collezione rolex ed è andato tutto liscio.

Tumangia 1: per accedere alla esenzione delle imposte in Brasile devono passare 5 anni tra l'acquisto dell'immobile e la vendita. Questo nessuno lo dice ma è così. Poi dopo 5 e se è il primo immobile che vendi hai una franchiga di 440.000 Reais e se lo hai venduto a 700.000 Reais paghi il 15%  sulla differenza. Ovviamente sei i valori sono diversi, per esempio piu' bassi potresti anche non pagare nulla ma se i valori son piu' alti è come dico io + qualche altra menata che fa diventare il 15% sulla differenza anche il 18-20% (superamento di 1.500.000 Reais di vendita indipendentemente dal valore di acquisto) fermo restando i 440.000 di "bonus" prima vendita. Nota importante questi 440.000 valgono se acquisti una nuova casa altrimenti non ci sono e rimane solo il delta tra acquisto e vendita al 15% che se la vendita supera il 1.500.000 questo 15% può salire.

Mauro, anche io ho conoscenti che trasferiscono valori senza mai aver dichiarato nulla in Italia. Diverse volte va bene ma quando va male la paghi per le altre volte. Infine, sei sei cittadino Italiano hai dei doveri verso l'Italia anche se residente all'estero. Tra questi doveri c'è il riquadro RW dell'Unico da compilare in presenza di beni immobili posseduti dove risiedi. Si dorme meglio e quando si trasferiscono i soldi si può tranquillamente fare un "giroconto" senza titolo importante che il remetente sia anche il destinatario.

Cita da Undo su 17 Aprile 2020, 16:18

tumangia1 - se l'immobile in Brasile non 'hai mai dichiarato in Italia il trasferimento dei soldi a che titolo lo fai? Vendita di immobile in Brasile? Sarebbe come andare in bocca al leone. Poi il 15%di gagno in BRasile è sulla differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita. Attenzione ci sono delle condizioni ben precise per accedere al 15% che potrebbe essere anche azzerato se trattasi di prima vendita e non sueriore a x Reais. Vedi il suto della Receita in "Gagno de capital venda imoveis". Per l'Italia ho puoi dimostrare che oltre ad aver dichiarato la proprietà immobiliare hai anche pagato le tasse in Brasile e il gagno....allora dal 22% che ti viene richiesto dalla Agenzia delle Entrate di decurtano quello che hai pagato in Brasile. Art. 23 della convenzione sulle doppie imposizioni fiscali........Se non è così per l'Italia sono soldi da tassare al 22%. Nao tem jeito.

chiarito tutto. quindi se vendo ad un prezo uguale o minore a quello che ho acquistato non si paga nulla. come immaginavo. sul fatto di dichiarare quando si esportano capitali o si importano davo per scontato che si facesse tutto in regola non mi sognerei neanche lontanamente di farlo illegalmente o con sotterfugi vari

Se non c é ganho de capital comunque paghi l' ITBI .

Scusate, volevo aggiungere un piccolo chiarimento: se siete iscritti AIRE e per di più privi di qualsiasi vincolo in Italia (niente immobili, niente veicoli neppure all'atto di rottamazione, niente vincoli affettivi -per l'esattezza mogli, figli, mariti-), non generate redditi in Italia al di sopra di 4800 euro annui, non intraprendete affari imprenditoriali, non avete partita IVA aperta: allora non siete residenti fiscali in Italia, dunque non avete l'obbligo di dichiarare alcunchè, nè IR, nè quadro RW (anzi, per meglio dire, per gli immobili si dichiara l'IVIE, il quadro RW è per i denari). Non lo dico io, ma i commercialisti. Se non siete stati residenti fiscalmente in Italia, non vi possono dire che dovevate dichiarare e se lo fanno per pretestuosità, rivolgersi a un legale.

Quanto al 22% per rientro capitali, non ricordo bene chi in questo stesso forum, altro argomento, aveva scritto che quando si tratta di italiano rimpatriato non è quella la norma da applicare, perchè non si tratta di voluntary disclosure, ma è appunto rimpatrio sia della persona che dei capitali (e per forza, se un italiano torna in patria per sempre, si capisce che fa rimpatriare anche i suoi averi). Se l'utente che l'aveva rilevato passa da queste parti, spero venga a chiarire...

Il Forum
di Vivere In Brasile

Accedi:

Non sei ancora registrato? Registrati subito!