Navigazione forum
Devi accedere per creare messaggi e topic.

Rientro a vivere in Italia durante la pandemia

Ciao a tutti,

sto cercando di tornare a vivere in Italia da fine marzo 2020. Purtroppo é arrivata la Pandemia ed a cambiato i piani di tutti, e quindi anche i miei e di mia moglie (brasiliana, con cui mi sono sposato in gennaio).

Come tutti sappiamo il Brasile fa parte della lista dei 13 paesi dai quali non é ammessa l'immigrazione a meno che non si tratti di un rientro di qualcuno che prima di luglio 2020 avesse giá la residenza in Italia. Abitando in Brasile da 15 anni, questo non é il mio caso.

Dal 7/9 é arrivata peró una novitá: dal sito della Gazzetta Ufficiale si legge che:

ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio/abitazione/residenza di una persona di cui alle lettere f) e h), anche non convivente, con la quale vi sia una comprovata e stabile relazione affettiva» secondo voi questo si applica al mio caso, in cui sto tornando con mia moglie a casa dei miei genitori? qualcuno di voi sta tornando o é tornato a vivere in Italia piú o meno nelle mie condizioni?

grazie a tutti

Ciao, se rientri per prendere la residenza e lo dichiari puoi entrare tranquillamente.

Ciao Mauro,

innanzitutto grazie per la risposta.

Sul 'tranquillamente ' ho un po' di dubbi, trattandosi di una situazione delicata (lasciamo casa, lavoro e tutto qui) e senza nessun aiuto dal consolato  di Curitiba (non rispondono al telefono e mi hanno risposto solamente ad una mail, rimandandomi al loro sito).

Quindi, grazie ancora per l'aiuto 🙂

la dichiarazione per prendere la residenza sarebbe l'autocertificazione?
funzionerebbe anche per mia moglie, che é brasiliana? (porteremo con noi il certificato di matrimonio tradotto e apostillato)

un abbraccio a tutti

 

 

Ciao, concordo con la risposta di Mauro e lascio a Lui il corrispondere con te. Il mio intervento è in punta di piedi solo per chiederti se hai registrato il tuo matrimonio, che ho inteso avvenuto in Brasile al Consolato Italiano e se lo stesso Consolato l'ha inviato al tuo ultimo Comune di residenza in Italia. Ti semplificherebbe le cose prima del vostro augurabile e tranquillo rientro in Italia. Boa sorte e buon tutto.

Se vieni a vivere in Italia registra il matrimonio in consolato, ti facilitera' la vita! (leggi permesso di soggiorno) E comunque all' arrivo non ti controllera' nessuno.

Ciao, grazie a tutti per le risposte!

Si ho mandato il certificato al Consolato, che sta provvedendo (con i suoi tempi) a registrarlo.

Stiamo prenotando il volo per fine settembre/inizio ottobre, dita incrociate e poi vi faró sapere!

@afloripa ho letto nei gruppi face diverse esperienze di italiani che come te hanno deciso di tornare a vivere in Italia in questo periodo di Covid. Da quello che risulta se fai vedere il tuo passaporto italiano e il certificato di matrimonio dichiarando che state rientrando per portare la residenza definitivamente in Italia ti fanno passare senza fare storie.

@afloripa, il Consolato Italiano dietro richiesta dell'interessato rilascia una dichiarazione definita "Italiano ritornando". Se l'interessato ha registrato in Consolato il suo matrimonio, sempre dietro richiesta, apparirà anche la consorte. Entro 30 giorni dall'arrivo in Italia dovrai recarti nel Municipio dove vorrai risiedere per le registrazioni e per consegnare a loro la dichiarazione Consolare che attraverso servizi telematici tornerà per ricevuta al Consolato emissore. Piu' lungo scriverlo che farlo. Boa sorte.

Cita da Undo su 11 Settembre 2020, 0:09

@afloripa, il Consolato Italiano dietro richiesta dell'interessato rilascia una dichiarazione definita "Italiano ritornando". Se l'interessato ha registrato in Consolato il suo matrimonio, sempre dietro richiesta, apparirà anche la consorte. Entro 30 giorni dall'arrivo in Italia dovrai recarti nel Municipio dove vorrai risiedere per le registrazioni e per consegnare a loro la dichiarazione Consolare che attraverso servizi telematici tornerà per ricevuta al Consolato emissore. Piu' lungo scriverlo che farlo. Boa sorte.

Ciao @undo, interessante la dichiarazione di "Italiano ritornando"... ma si chiama proprio cosí? chiedo perché non ho trovato riscontro su internet, e voglio sicuramente chiedere questo documento al viceconsolato di Curitiba.

grazie ancora

Ciao, non si chiama così ma trattasi della dichiarazione rilasciata dal Consolato quando un cittadino Italiano con la consorte decide di rientrare in Italia per risiedervi. Questa dichiarazione è utile per avere "via libera" all'arrivo ed è anche utile se devi fare un piccolo trasloco o al seguito o con trasportatori. Infine è super utile in Italia per il trasferimento della residenza. Senti via e-mail la Segreteria del Consolato della tua area di residenza in Brasile. Ovviamente devi aver registrato il tuo matrimonio al Consolato (questo per la tua Signora) e se ti sei registrato Aire. Non fosse così, segui l'indicazione di Mauro Corona perchè è altrettanto corretta (avere con voi il certificato di matrimonio) ma però dipende dal funzionario al controllo passaporti all'arrivo che a volte non capisce il portoghese. Meglio che il certificato di matrimonio lo fai tradurre in Italiano da un "giuramentato". Boa sorte.

@Floripa, si chiama rimpatrio definitivo in Italia. Sono entrato nel sito del Consolato di Rio de Janeiro - Anagrafe e, in mezzo ai diversi motivi del rimpatrio, ho copiato la parte che potrebbe interessare te e tua moglie ... se sei AIRE e hai registrato il matrimonio è agevole e rapido se no perderai un poco di tempo per presentarti 2 volte, la prima per registrare il matrimonio e la seconda per richiedere il certificato di rimpatrio definitivo.

Rientro definitivo in Italia – Agevolazioni doganali
Il cittadino italiano residente all’estero da almeno 12 mesi e che trasferisce la propria residenza in Italia
 ha diritto ad agevolazioni doganali e - a seconda dalle normative regionali, provinciali o comunali - a eventuali contributi finanziari.

perfetto @undo, grazie mille!

ho mandato una mail al consolato, vediamo se e cosa mi risponde 🙂

vi terró aggiornati

Salve @afloripa . Mi trovo nella tua stessa situazione ma con matrimonio con brasiliana registrato in Italia. Vivo in Brasile da 4 anni. Com’è andata? Siete riusciti a tornare in Italia? Grazie mille 😉

Ciao @paride.

Si siamo riusciti a tornare in Italia. Siamo partiti muniti di autocertificazioni scaricate dal sito del consolato, certificato di matrimonio originale in portoghese e tradotto e apostillato in italiano, e tanta speranza.

abbiamo fatto FLN - SP - Lisbona - Malpensa.

A São Paulo ci hanno chiesto il test negativo del Covid + il certificato di matrimonio;

A Lisbona, in entrata, ci hanno chiesto il test negativo del Covid, e basta. (comunque per precauzione io e mia moglie siamo andati insieme al controllo passaporti).

A Milano, forse perché arrivavamo da un paese Shengen e non direttamente dal Brasile, non ci hanno controllato assolutamente niente. Chiaramente il controllo a Milano era quello che ci preoccupava di piú, ma alla fine non é successo niente.

A noi é andata bene, teoricamente eravamo apposto con i documenti (il motivo del mio rientro era il ricongiungimento con i miei genitori), ma siccome non ci hanno controllato niente non posso aiutarti dicendoti se serve piú un documento che un altro, purtroppo.

Direi che se tu hai qualche parente stretto a cui ricongiungerti non dovresti avere problemi (lo dichiari sull'autocertificazione).

Informati anche se il nuovo decreto per caso non ha in qualche modo ristretto l'accesso dal Brasile!

scusami se non sono stato troppo utile, comunque se ti serve qualche informazione rimango a disposizione!

 

un abbraccio

 

 

Il Forum
di Vivere In Brasile

Accedi:

Non sei ancora registrato? Registrati subito!