Navigazione forum
Devi accedere per creare messaggi e topic.

Rimborso Inps per spese Università sostenute in Brasile

Ho trovato, era dell'INPS firmata dalla responsabile Gabriella Di Michele Era del 2017 riferito a Canada e Brasile e parlava di 7 rate a partire dal 1 Giugno, fino a Maggio nessuna trattenuta irpef. Io ho solo il foglio che ho tradotto in portoghese, adesso entro nel sito INPS per vedere se trovo l'originale completo, se lo trovo te lo mando. Se nel 2017 era previsto quello che ho scritto sopra, può darsi che continuino a fare così: niente IRPEF, a parte le Addizionali, e poi dal 1 Giugno fino a Dicembre, il totale IRPEF che nella Certificazione Unica figura al punto 21, suddiviso in 7 rate. Ciao

L'Inps Direzione Regionale Piemonte mi ha appena "chiarito" la stessa cosa informandomi che solo dopo l'emissione della CU (Maggio) inizierà il recupero dell'Irpef. Dietro mia richieste del perchè questo modo di agire ti trascrivo la risposta che ho ricevuto:

Il pre-conguaglio dell’ irpef per l’ anno in corso parte dopo che è stata consuntivata la CU dell’ anno precedente.
Quindi il pre-conguaglio dell’ anno in corso inizierà non prima di marzo/aprile.
Occorre pertanto attendere. Purtroppo con i residenti in Brasile succede così per i primi anni.

Otto, ho precisato all'Inps che sono oltre 12 anni che risiedo in Brasile e che solo dal 2018 è iniziata questa storia. Non sono "solo i primi anni........" e comunque non è giusto NON avvisare per tempo i pensionati in quanto se non avvisati spendono quello che non devono spendere e quando inizia il recupero totale dell'Irpef annuale non hanno piu' quattrini.

Se qualche documento puoi pubblicarlo qui. Ciao

Ho impiegato un po di tempo, ma l'ho trovato:
Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

________________________________________
Messaggio numero 2239 del 31-05-2017

Direzione Centrale Pensioni
Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi Informativi
Roma, 31-05-2017
Messaggio n. 2239

OGGETTO: Certificazione unica 2017, applicazione delle Convenzioni internazionali al fine di evitare la doppia imposizione fiscale alle pensioni della gestione privata per i residenti in Canada e Brasile e relativa tassazione preventiva per l’anno corrente.

L’Istituto, in qualità di sostituto d’imposta, ha reso disponibile, già a partire dal 28 febbraio 2017 (vedi messaggio n. 1075 del 08/03/17), la Certificazione unica relativa ai redditi percepiti nel periodo d’imposta 2016.
La Circolare n. 76 del 27/04/17 ha illustrato tutte le modalità di rilascio della Certificazione Unica 2017.
In particolare, per i pensionati residenti all’estero è stata assicurata la possibilità anche di richiedere la Certificazione Unica, fornendo i propri dati anagrafici ed il numero di codice fiscale, ai seguenti numeri telefonici dedicati: 0039 - 06.59058000 – 0039 - 06.59053132, con orario 8-19 (ora italiana).

1. CU 2017 per pensionati residenti all’estero nei casi in cui sono applicate le Convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali.

Per le pensioni totalmente esentate da imposizione in Italia, in applicazione di una Convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte dirette, l’importo del reddito totalmente esentato viene indicato, fra parentesi, con il codice BW nelle annotazioni della CU 2017, preceduto dalla seguente dicitura: “redditi esentati da imposizione in Italia: importo del reddito esente percepito”.
La Convenzione contro le doppie imposizioni fiscali in vigore con il Brasile (L. n. 844 del 29.11.1980) prevede all’art. 18, per le pensioni delle gestioni previdenziali dei lavoratori privati prevede, all’art. 18, una soglia di esenzione di 5.000 dollari statunitensi, corrispondenti ad €. 4.517,12, per l’anno d’imposta 2016, e, per l’eccedenza, la tassazione secondo le regole della legislazione fiscale italiana (tassazione ordinaria).
La Convenzione contro le doppie imposizioni fiscali in vigore con il Canada (Legge n. 42 del 24.3.2011), per le pensioni delle gestioni previdenziali dei lavoratori privati, prevede, all’art. 18, una soglia di esenzione corrispondente alla somma equivalente di 12.000 dollari canadesi, pari ad €. 8.186,21 per l’anno d’imposta 2016, e l’applicazione sull’eccedenza dell’aliquota più favorevole tra il 15% e quella prevista dalla legislazione fiscale italiana.
In tali casi, per le pensioni parzialmente esentate, nella Certificazione unica 2017 l’importo del reddito corrispondente alla soglia di esenzione prevista specificamente, valorizzato in euro, è indicato fra parentesi nelle annotazioni con il codice BW preceduto dalla citata dicitura: “redditi esentati da imposizione in Italia: importo del reddito esente percepito” mentre nella sezione “dati fiscali”, alla voce “redditi da pensione”, è indicato il reddito imponibile al netto della quota esente.

2. Applicazione della tassazione preventiva nell’anno in corso per il periodo d’imposta 2017 per le pensioni della gestione dei lavoratori privati parzialmente esentate

Per il periodo d’imposta 2017, al fine di limitare gli importi dei conguagli a debito derivanti dalla tassazione a consuntivo e i conseguenti disagi ai pensionati, fiscalmente residenti in Brasile e Canada, che godono del suddetto regime di parziale esenzione, è stata calcolata in via provvisoria la tassazione dovuta per l’anno corrente, in modo da distribuire su un numero di rate più ampio il debito fiscale. In particolare:
• per le pensioni di importo annuo fino a € 18.000,00 lordi, è stato calcolato, come importo da trattenere in corso d’anno, l’ammontare equivalente al 60% del debito IRPEF complessivo relativo al periodo d’imposta 2017, da recuperare in 7 rate a partire dalla mensilità di giugno fino a quella di dicembre 2017 (fatto salvo il successivo consueto conguaglio a consuntivo di fine anno);

• per le pensioni di importo annuo superiore a € 18.000,00 lordi annui, è stato calcolato, come importo da trattenere in corso d’anno, l’ammontare equivalente all’80% del debito IRPEF complessivo relativo al periodo d’imposta 2017, da recuperare in 7 rate a partire dalla mensilità di giugno fino a quella di dicembre 2017 (fatto salvo il successivo consueto conguaglio a consuntivo di fine anno).

Si rammenta, infine, che accedendo, con codice fiscale e PIN o credenziali SPID, ai Servizi on line del cittadino del sito istituzionale http://www.inps.it, selezionando la voce Prestazioni e Servizi>Tutti i servizi Cedolino pensione e servizi collegati, il pensionato può visualizzare gli importi dei cedolini mensili con le relative indicazioni degli importi a credito e delle trattenute operate.

Il Direttore Generale
Gabriella Di Michele

Se il Direttore Generale ha scritto questo messaggio nel 2017 riferito all'anno 2016, significa che tutti gli anni fanno cosi. Noi partiamo dall'anno scorso e come si sta comportando l'INPS (Gennaio e Febbraio senza trattenute IRPEF), dovrebbe significare che l'indirizzo è questo. Per il 20% rimanente non so come faranno. O lo tratteranno sulla tredicesima o faranno un conguaglio a loro favore a fine anno. Il valore dell'IRPEF totale, su cui verrà fatto il calcolo, dovrebbe essere l'importo che c'è nella C.U. al punto 21. Ciao

Otto, grazie. Molto complesso il messaggio e poi non riesco a capire il perchè di tutto questo girotondo di Irpef, forse per ubriacarci e toglierci qualche euro. Certo essere amministrati a singhiozzo è una decisa merda! Speriamo che qualcuno si ravveda e muti questo stato dell'arte schifoso.

Buongiorno, tutto bene? Non so se lo sai, pertanto ti scrivo cosa l'INAS mi ha detto:

COMUNICADO IMPORTANTE
ESTAREMOS FECHADOS PARA ATENDIMENTO AO PÚBLICO ,
EM VIRTUDE DESTA CALAMIDADE QUE ASSOLA O PAIS ,

A PROVA DE VIDA FOI SUSPENSA ATÉ AGOSTO 2020 E O RECADASTRAMENTO TAMBÉM FOI ADIADO.

NESTE PERÍODO NÃO HAVERÁ ATENDIMENTO PRESENCIAL E TENTAREMOS NOS MANTER CONECTADOS VIA E-MAIL

GRATOS PELA ATENÇÃO

Ho scritto alla Citi per avere più dettagli, ciao

Otto grazie. Ne ero a conoscenza. Anche l'Inps, tutte le Agenzie in Italia fino a data da destinarsi ricevo solo su appuntamento e solo per argomenti specifici che non conosco.

Va da se che dobbiamo aspettare e farcene una ragione. Non invidio tutti quelli che lavorano nel "pubblico" sia in Italia che in Brasile ed in tutto il mondo. Sopratutto quelli che NON fanno come hanno fatto 234 (per ora) dipendenti pubblici Italiani prevalentemente ospedalieri che si sono messi in malattia e sono stati beccati. Alle solite, siamo il Paese dei falsi invalidi e di quelli che votano M5S per prendere il reddito di cittadinanza ed hanno la BMW. Vergognoso.

Ultime notizie dall'Inps su l'esisstenza in vita:

A causa della pandemia da COVID-19, con il messaggio 19 marzo 2020, n. 1249 l’INPS comunica di aver concordato con Citybank la l’INPS comunica di aver concordato con Citybank la sospensione delle attività connesse all’accertamento dell’esistenza in vita riferito al 2019 e al 2020.

La sospensione è stata decisa al fine di salvaguardare la salute dei pensionati e di tutti i soggetti coinvolti nell’attività di verifica.

Fermo restando che qualunque decisione potrà essere rivista alla luce dell’evoluzione della situazione epidemiologica internazionale in atto, la seconda fase del processo di verifica avrà inizio con l’invio delle richieste di attestazione dell’esistenza in vita ai pensionati nel corso di agosto 2020. Tali attestazioni dovranno pervenire a Citibank entro dicembre 2020.

Nel caso in cui l’attestazione non sia prodotta entro il termine sopraindicato, il pagamento della rata di gennaio 2021, laddove possibile, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del paese di residenza. In caso di mancata riscossione personale o produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro la seconda metà di gennaio 2021, il pagamento delle pensioni sarà sospeso a partire dalla rata di febbraio 2021.

Ultime notizie dall'Inps su l'esisstenza in vita:

A causa della pandemia da COVID-19, con il messaggio 19 marzo 2020, n. 1249 l’INPS comunica di aver concordato con Citybank la l’INPS comunica di aver concordato con Citybank la sospensione delle attività connesse all’accertamento dell’esistenza in vita riferito al 2019 e al 2020.

La sospensione è stata decisa al fine di salvaguardare la salute dei pensionati e di tutti i soggetti coinvolti nell’attività di verifica.

Fermo restando che qualunque decisione potrà essere rivista alla luce dell’evoluzione della situazione epidemiologica internazionale in atto, la seconda fase del processo di verifica avrà inizio con l’invio delle richieste di attestazione dell’esistenza in vita ai pensionati nel corso di agosto 2020. Tali attestazioni dovranno pervenire a Citibank entro dicembre 2020.

Nel caso in cui l’attestazione non sia prodotta entro il termine sopraindicato, il pagamento della rata di gennaio 2021, laddove possibile, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del paese di residenza. In caso di mancata riscossione personale o produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro la seconda metà di gennaio 2021, il pagamento delle pensioni sarà sospeso a partire dalla rata di febbraio 2021.

Ciao, tutto bene? il banco Itau que è stato scelto dall'INPS per trasferire le pensioni in Brasile, sono 2/3 mesi che sta esagerando nel cambio, ma a suo favore. Ieri per esempio il cambio euro real è stato tutto il giorno R$ 5,66 - 5,67. toccando anche i 5,70. Venerdi ha chiuso 5,65367 . Quando mi spedivo direttamente la pensione dall'Italia, quando entrava nel conto corrente, calcolando tutte le spese di partenza e di arrivo del bonifico, per esempio come ieri che sono entrati i soldi, il cambio sarebbe stato di R$ 5,56 ca. rispetto ai 5,66 ca. quotati. Il cambio del Banco Itau è stato di R$ 5,50. Sta facendo così da quando il dollaro ha incominciato a salire. Mi fregano tutti i mesi 100/150 R$ Adesso vado scrivere alla Citi e all'INPS specificando il caso. Tu sai a chi posso scrivere dell'INPS?. L'ITAU è stata scelta perche avrebbe fatto un servizio migliore delle altre banche ai pensionati. Fino a 3/4 mesi fa il cambio di ieri sarebbe stato ca, R$ 5,58 sui 5,67 di quotazione ufficiale, e non 5,50 come mi hanno fatto. Scusa il disturbo, ciao

ciao Otto: salvatore.ponticelli@inps.it (direttore convenzioni e pagamenti all'estero).

Ciao, come da te suggerito ho scritto a Ponticelli:
Buongiorno, sono a lamentare per l’ennesima volta all’Inps, il cambio molto alto che mi applica il banco Itau sulla pensione, banco che è stato scelto dall'INPS per trasferire le pensioni in Brasile, sono 4/5 mesi che sta esagerando nel cambio, ma sempre a suo favore. Il 30 Marzo per esempio, il cambio euro real è stato tutto il giorno R$ 5,66 - 5,67. toccando anche i 5,70. Venerdi ha chiuso 5,65/5,67 . Quando predisponevo il bonifico direttamente dal mio conto corrente aperto presso la Banca Intesa di Sanremo, quando entravano i soldi nel conto corrente aperto a Rio de Janeiro presso il Banco do Brasil, calcolando tutte le spese di partenza e di arrivo del bonifico, per esempio come il 30 Marzo scorso quando sono entrati i soldi dal Banco Itau di San Paolo, il cambio sarebbe stato di R$ 5,56 ca. rispetto ai 5,66 ca. quotati. Il cambio del Banco Itau è stato di R$ 5,50 (mando allegato una copia del Comprovante Itaù), per intenderci, un cambio assurdo, quotazione R$ 5,66/5,67, e il banco Itau mi ha ha fatto un cambio di R$ 5,5081 La pensione mi è entrata all’una di pomeriggio, orario del Brasile di Lunedi 30 Marzo Si stanno comportando così da quando il dollaro ha incominciato a salire. Mi fregano tutti i mesi 100/150 R$ (20/30 euro) Quando avete fatto l’appalto, l'ITAU è stata scelta perche avrebbe dovuto fare un cambio migliore delle altre banche brasiliane interpellate, ai pensionati italiani in Brasile. Fino a 4/5 mesi fa il cambio del 30 Marzo sarebbe stato ca, R$ 5,58/5,59 sui 5,67 di quotazione ufficiale di Lunedi 30 Marzo, e non 5,5081 come mi hanno fatto. Sto pensando seriamente di riaprire nuovamente un conto corrente in Italia, e comunicarvi la mia uscita dalla Convenzione con il Banco Itaù, è molto più conveniente se mi spedisco io personalmente la pensione tramite Bonifico. Anche il mio Gerente del BB mi ha detto che mi fanno un cambio molto alto per essere una pensione. La pensione di Marzo arrivata il 27 Febbraio, tutto il giorno ha sempre oscillato R$ 4,83/4,84. Il cambio Itaù è stato di R$ 4,7286.

Grazie anticipate se mi potrà dire qualcosa in merito, era il 13 Aprile, non mi neanche cagato. Poi ho scritto alla Citi spiegandogli la stessa cosa, e mi hanno risposto: Gentile Sig. Cetti,

Grazie per avere contattato il Servizio Clienti Citi di supporto ai Pensionati INPS.

Le informiamo che il merito al cambio della sua pensione e' necessario entrare in contatto direttamente con la sua istituzione di credito. A questa risposta ho riscritto oggi:
La mia Istituzione Bancaria è il Banco do Brasil che riceve in Reais il cambio fatto dal Banco Itaù di San Paolo. Banco Itaù è stato scelto da voi della Citi dopo un appalto fatto con le istituzioni bancarie del Brasile, 6/7 anni fa. Probabilmente aveva dato garanzie di un cambio migliore rispetto alle altre istituzioni brasiliane. Infatti fino a ca. 1 anno fa, il cambio era un buon cambio, tanto per dire, su un cambio di giornata, quando mi accreditavano i soldi della pensione, di R$ 5,66, banco Itaù mi faceva un cambio di R$ 5,58/5,59, in questi ultimi mesi, il cambio che mi viene fatto è di R$ 5,50. C'è una bella differenza con prima. Avevo già reclamato una volta 1 anno fa per un cambio molto favorevole al Banco Itaù. Voi vi eravate interessati, tanto è vero che poi sono ritornati a farmi un cambio giusto. Adesso da 3/4 mesi sono ritornati a farmi un cambio molto alto. Devo scrivere all'INPS, e segnalare anche a loro il caso?
Ma a chi devo scrivere? Chi ha scelto il Banco Itaù, l'INPS o la Citi?. Io ho già chiamato una volta un'anno fa banco Itaù a San Paolo, ma mi hanno detto che è giusto.....

Otto ciao. Il mandante è l'Inps, l'esecutore è City Bank e la Banca è stata scelta in virtù di una offerta che al momento è stata ritenuta valida dall'Inps. Fai conto che sicuramente hanno fatto come lo specchietto delle allodole  e poi una volta in gabbia per 3 anni l'allodola Inps la Banca Brasiliana ha iniziato il recupero. Giusta la tua intuizione di riaprire il conto in Italia che per altro di porta appresso altri vantaggi (es: bancomat valido in tutto il mondo). Io lo uso per fare la spesa qui in Brasile ed il cambio che mi applicano è quello della giornata. Per me una manna! Poi vedi tu.

Grazie per rispondermi, io che avrei aperto di nuovo un conto corrente in Italia, l'ho buttata li, ma non saprei come fare. Avevo il conto con la Banca Intesasanpaolo a Sanremo, ma l'ho chiuso anni fa. Come potrei fare se dovessi riaprire un conto corrente?

Anche questo mese è successo la medesima cosa dei mesi precedenti, adesso scriverò all'INPS Risponde, chiedendo a che ufficio devo scrivere perche intervengano presso la Citi (che fa spallucce perche è tutta gente nuova) e Itaù. Ho scritto a Itau il 29/5 mattina: Ho notato qualcosa di strano nel cambio, non è che avete sbagliato? Perché quando ho chiesto al direttore della mia agenzia del TED che voi mi avete inviato, mi ha detto: 16:49 - HOSLEY VIEIRA Buongiorno Sig. Ottorino, TED è stato accreditato tra le 12:00 e le 12:40 di oggi (che era ieri 28/5). Mi avete fatto un cambio di R$ 5,69, quando alle 8 di mattina del 28 Maggio era già 5,8129, quindi in aumento, e intorno alle 12:15/12:40 era a R$ 5,88 / 5,89 e alla fine del giorno ha chiuso a Euro RS 5,9333. Non compro dollari, ma è solo la mia pensione mensile. Non potete farmi un cambio come se fossi un'operatore. Siccome è fatto tutto telematicamente. quando Itau ha inviato il TED, l'Euro era più o meno R$ 5,85/5,86. Se io dovessi uscire da Itau e spedirmi la pensione direttamente, il cambio sarebbe ca R$ 5,76 massimo, considerate le spese di partenza e di arrivo. In totale mi sarebbero arrivati più o meno 100/150 R$ in più, già detratti anche 34 R$ di IOF Ne ho parlato anche con il mio gerente del Banco Brasil, Sig Hosley Tutti i mesi adesso è cosi. Tutto bene? Grazie

Otto buongiorno. Scrivendo a Inps risponde via sito Inps sarà poi l'inps a dirottare la tua richiesta al loro Ufficio competente. Ricordati di inserire il tuo n° di certificato di Pensione e l'Ufficio/Agenzia Inps in Italia che ti amministra. Puoi anche entrare in contatto con la City Bank in Italia, mi pare sia il loro Ufficio di Roma che abbia l'incarico dall'Inps per la liquidazione della pensione ai residenti all'estero. Trovi il numero e email sul sito della city bank italia. PS: tieni la guardia alzata, qui in Brasile 1° il virus si sta sgogando, 2° i numeri dei contagiati e dei deceduti sono ipotizzati e sono purtroppo molti ma molti di piu', 3° socialmente, causa politica, c'è un inizio di scontro che a me preoccupa. Ciao.

Grazie per la risposta. Ho scritto a Itau a SPaolo, come ti ho detto, e oggi mi hanno mandato il Comprovante, ma del cambio hanno fatto finta di niente. Il Comprovante che Itau mi manda, pensa un po che c'è scritto: in alto c'è scritto: Mercado do cambio de Taxas Flutuantes, e a sinistra c'è lo spunto dove c'è compra, cioè come se fossi un operatore di cambio. Alla Citi ho già scritto e riscritto oggi questa situazione, un certo Guerini Massimo che deve essere un capo ufficio, perche prima parlavo con una ragazza che insisteva a dire che dovevo essere io a reclamare a Itau. Tutta gente nuova che non c'era quando l'INPS e la Citi hanno fatto questa operazione 8 anni fa. Adesso aspetto la risposta di INPS Risponde, poi se non ne vengo a capo, scrivo a : DIREZIONE CENTRAL PENSIONI - Divisione Convenzioni Internazionali . INPS Roma, e alla Direzione Centrale di Imperia che mi paga la pensione. Vediamo che succede. Ciao e grazie

Otto ciao. Io risiedo in Cabo Frio RJ ed ho un carissimo amico Italiano di Pavia di 80 anni che vive in Jundiai SP da 15 anni. Anche lui come te è alquanto alterato perchè non gli tornano i conti dovuti al cambio che City Bank  invia all'Itau di Jundiai. City Bank gli ha scritto che girava ad Itau la cifra che Inps indicava sul cedolino e con Itau hanno un accordo che Itau dice di rispettare ma non è vero. A me ha riferito che si è mosso legalmente contro Itau in Brasile perchè gli fanno il cambio Euro/Real "turistico" oltre all'addebito del servizio e IOF mentre a City Bank non risulta in accordo il cambio "turistico" d'accredito. City Bank gli ha riferito che sarebbe intervenuta su Itau ma nulla è successo ora ha tirato dentro l'Inps - Uff.Legale di Roma per tentare di sanare questa inadempienza che a dire della City Bank è tutta dell'Itau. Solito scarica barile.....Pensa che questa querelle ha già 7 mesi e non ne è ancora venuto a capo. Insisti con Inps risponde e poi muoviti di conseguenza. Nel caso scrivi una email alla Presidente/Responsabile del Patronato Acli Brasile che ha sede in SP, eccoti i recapiti:                                                                                                          Responsabile:              Rita Blasioli Costa
Indirizzo:                     Av. Ipiranga, 318 – 13º. Andar – conjunto 1302
01046-927 - São Paulo - SP
Tel.:                            (0xx/11) 3257.0435 – 3214.4853
Fax.:                           (0xx/11) 3214.0041
E-Mail:                         brasile@patronato.acli.it

l'ACLI in Brasile si è insediata a San Paolo 35 anni fa e conosce molto bene come gira il Brasile. Alla Responsabile puoi fare riferimento al pensionato Inps che vive in Cabo Frio RJ e che l'ha coinvolta per tentare di migliorare la convenzione per evitare le doppie imposizioni fiscali sulle pensioni Inps erogate a Italiani residenti in Brasile.

scusatemi non so se ho capito bene: un pensionato italiano residente in brasile non può avere la pensione accreditata su un suo conto corrente italiano ma l'inps la accredita esclusivamente su conti correnti esteri, con tassi di cambio pessimi. ora io sono molto lontano dalla pensione, ma devo trasferirmi in brasile col mio coniuge brasiliano e prendere la residenza in brasile, c'è qualcosa che mi impedisce di avere un conto corrente in italia per residente estero iscritto all'aire dal quale trasferire fondi al bisogno? una volta trasferito in brasile non avrò alcuna attività o proprietà in italia, ma preferirei tenere i risparmi in euro in italia piuttosto che in in reais in brasile. davo per scontato che si potesse fare ma il fatto che i pensionati mi pare che non possono mi ha fatto sorgere il dubbio...

Il Forum
di Vivere In Brasile

Accedi:

Non sei ancora registrato? Registrati subito!