Navigazione forum
Devi accedere per creare messaggi e topic.

segnalazione operato consolato italiano in salvador Bahia

Buongiorno a tutti sono qui con questo messaggio a segnalare a tutti coloro che hanno avuto a che fare con il consolato italiano in Salvador Bahia, che se hanno avuto l'impressione di aver pagato molto più del dovuto per un documento richiesto al consolato e soprattutto se il soggetto interessato fosse stato Fernanda Costa di leggere con attenzione fino alla fine questo messaggio e capire che hanno la possibilità di parlare direttamente col console di Recife che sta indagando su quello che succede in questo consolato dietro mia segnalazione di diversi casi segnalati. Più persone contribuiscono alla mia segnalazione più il console darà peso al colpo con cui colpire i disservizi e anche peculato che si hanno in quest ambasciata italiana.

Circa 10 giorni fà ho inviato questa segnalazione al sito del ministro degli affare esteri italiano:

Reclamo/segnalazione e richiesta di procedura o prassi per denuncia per peculato nei confronti di Fernanda Costa che svolge il ruolo di amministratore al consolato italiano in Salvador Bahia (Brasile)
Con la presente scrittura sono qui a segnalarvi che la sig.ra Fernanda Costa in qualità di amministratore del consolato Italiano di Salvador Bahia in Brasile, estorce denaro alle persone abusando della sua posizione (Peculato) e non svolge correttamente il suo servizio minacciando e ricattando le persone a fare quello che dice lei per un suo interesse personale ed economico che va contro ogni principio di democrazia e libera scelta delle persone.
Dopo aver ricevuto personalmente numerevoli segnalazioni di persone che hanno pagato una cifra 3-4 e addirittura 5 volte superiore a quella prevista dalle tabelle delle tariffe consolari, nonchè la più recente di una persona che dopo la morte del marito veniva obbligata dalla stessa Fernanda Costa a cambiare compagnia funebre per poter portare la salma in Italia altrimenti non avrebbe concesso i documenti per il rientro in Italia della salma cosa risolta poi con una denuncia ai carabinieri in Italia. Con la presente scrittura vi segnalo questo comportamento deprorevole del soggetto segnalato che crea molto disservizio e disagio alle persone che si recano all'ambasciata Italiana di Salvador Bahia sia italiani che brasiliani, rovinando l'immagine della nostra ambasciata in questa città. A nome mio che in prima persona sono stato vittima di peculato e delle più 50 segnalazioni ricevute per abuso d'ufficio e peculato intendo segnalare a voi e al console di Salvador Bahia, Andrea Garziera la sig.ra Fernanda Costa e nonchè chiedere a voi come procedere insieme a tutte le altre circa 50 persone ognuna con il suo caso per formalizzare una unica denuncia affinchè possano essere presi seri provvedimenti legali e far si che non venga ulteriormente infangata la nostra ambasciata italiana e le persone possano ricevere un servizio onesto e andare con fiducia allo sportello del consolato e che il soggetto paghi legalmente per i reati commessi.
Resto in attesa di un vostro riscontro e sono disponibilie a qualsiasi ulteriore delucidazione e chiarimento in merito a tutte le segnalazioni da me ricevute se voi ne avrete bisogno.
Cordilamente
Ing. xxxxxxxxxxxxx
dopo neanche 5 giorni mi chiama personalmente il console di Recife che mi chiede più prove possibili a sostegno delle mie dichiarazioni, io attualmente gli ho inviato solo una ricevuta della mia compagna e il cellulare di una persona che si è resa disposta a parlare con il console e a segnalare la sua vicenda.
Chiunque abbia subito qualsiasi abuso e  voglia fare qualcosa di concreto ed evitare che in quel consolato si continui ad abusare delle persone che si recano in quel luogo per ricevere un servizio e non per essere trattate male e o derubate può segnalare direttamente al console di recife.
La cosa migliore per dare peso alle segnalazioni in caso di pagamento superiore ai prezzi tabellari consolari è mostrare con dati,tipo ricevute di aver pagato una cifra maggiore di quella dovuta. Ad esempio una persona è stata obbligata a scegliere la compagna funebre imposta da loro per portare la salma del marito in Italia pagando più del doppio rispetto ad un altra compagnia funebre scelta da lei che offriva lo stesso servizio.
La mail del console De Zagon è la seguente

 

Io personalmente non mi sarei mai spettato di ricevere così presto e dal console in persona così tanta attenzione e soprattutto sentire che ha preso a cuore la faccenda per fare pulizia e far si che l'ambasciata di Salvador possa essere efficiente e onesta nel servire i cittadini Italiani e Brasiliani che ne hanno bisogno.

pippo.baudo, grazie per l'informazione che farò girare. ma anche all'estero i nostri solerti funzionari pubblici "arrotondano"?!! noi tutti gli paghiamo già un buon stipendio. PS: una volta al Consolato Generale d'Italia in Rio centro dove mi ero rivolto per il rinnovo passaporto ho sentito una sportellista Italiana, dipendente del Consolato, dire ad una collega: "ci pagano solo la casa, 1 viaggio di 1 settimana ogni 3 mesi in Italia, l'auto di servizio ed il vitto + 3.000 Euro (netti) al mese.....e vogliono anche il culo da noi!", ho chiesto da quanto tempo lavorasse lì e mi hanno risposto da 18 anni. Se non gli bastano o è una tossicodipendente o i viaggi che fa in Italia li fa solo per andare al casinò. Ma dico io, con quale spirito si può andare in questi posti? ripeto, era una semplice sportellista che controllava i documenti e distribuiva i numeri di attesa.

Salve undo.

A me sinceramente non interessa quanto una dipendente dell'ambasciata guadagni al mese e i suoi privilegi, perchè poi dovremmo aprire un altro post dedicato agli sprechi e i privilegi che vi sono in Italia per i politici e gli ambasciatori. La cosa importante è che non devono offrire disservizi a chi si rivolge ai loro uffici e soprattutto non macchiare il nome dell'Italia con il loro operato disonesto. per essere più concreto con te e i lettori di questo posto vi riporto la segnalazione appena fatta al console di Recife.

 

Buon pomeriggio spett.ssimo e gentil.mmo console De Zagon e buon 2 Giugno anche a voi.

Sono xxxxxxxx e poco fà sono riuscito a reperire il documento che riguarda la mia compagna che le avevo accennato nella segnalazione. Di cui a breve vi farò una descrizione nel dettaglio.

Volevo comunicarvi che purtroppo di concreto al momento delle persone che mi avevano scritto su internet lamentandosi nessuna mi ha dato qualche carta e o documento a sostegno delle loro parole, che io credo perchè ci è passata anche la mia compagna in quel consolato e ha visto l malcontento generale delle persone oltre al suo del trattamento ricevuto,sia a livello umano che economico.

Purtroppo nel sito non sono riuscito a trovare il mio post di molti anni fa per quanto riguarda la segnalazione delle 50 persone che le dicevo, ma ne ho trovato un altro di qualcun'altro in cui si denunciano parecchi disservizi in quell'ambasciata  (che non sono inerenti alla mia segnalazione di peculato ahimè), le riporto sotto il link

https://www.vivereinbrasile.com/2014/09/il-consolato-italiano-onorario-di.html

L'unica persona che nel concreto mi ha risposto è un'amica della mia compagna di nome Dilza di cui ho parecchi messaggi vocali di wathsapp scambiati in questi giorni quando le ho chiesto di descrivere meglio la sua brutta vicenda avuta poco tempo fa alla morte del marito e il rimpatrio della salma in Italia, da cui mi ha raccontato anche che quando più di 15 anni fa si sposò al consolato gli fecero pagare 2000 euro, cifra molto più alta per i documenti e che ha avuto fortemente l'impressione che il console di allora di nome Giovanni e credo sia Pisanu non so se vi sia passato nel frattempo un altro Giovanni, come anche quello attuale nella sua recente vicenda,fossero direttamente invischiati in tutto quello che succede in quel consolato....

Il  numero di questa persona molto ben disposta a parlare e collaborare con voi, a cui ho dato la sua e-mail e numero di cellulare è

xxxxxxxxxxxxxxxxx

Mi ha detto che avrebbe parlato volentieri con lei,sperando anche lei di produrre più prove possibili per esservi di aiuto nelle vostre indagini, magari se non la chiama lei, potete chiamarla voi.

Per quanto riguarda il documento della mia compagna le espongo quanto segue:

Il documento ha data 25/01/2011

Il documento riguarda la richiesta di un visto oltre i 90 giorni con la causale (visto di uniaò familiar) che la mia compagna fece quando era sposata con suo marito all'epoca dei fatti. dovrebbe essere Atendimento 76 e Cartella numero 1565 B

Come può vedere nella ricevuta rilasciata alla mia compagna l'addetto allo sportello per il documento richiesto, visto di oltre 90 giorni per ricongiungimento familiare, nello specifico di cittadina Brasiliana con marito Italiano in Italia,l'addetto aveva fatto la ricevuta di 152 reais e firmato sopra il timbro PAGO con la penna nera, dopo di che la signora Fernanda Costa insegue la mia compagna e gli dice che non è la cifra corretta che doveva pagare se vuole quel documento, ma cancella la scritta sopra 152 che si legge ancora insieme alla firma del suo collega, e scrive 360,00 reais sotto firmando con la sua firma prendendo la differenza dalla mia compagna di 208 reais.

foto ingrandita del dettaglio su esposto:

 

Vi è anche da fare una ulteriore precisazione che nel gennaio 2011 il cambio euro reais era il seguente voglio essere anche largo con

1 euro = 2,3 reais

Il che vorrebbe dire che se la cifra pagata fosse stata di 152 reais parliamo di 152/2,3 che sono 66 euro circa

Mentre con la cifra pagata 360, parliamo di 360/2,3 che sono 156 euro che sono circa 2,5 volte di più 66 Euro.

Purtroppo non sono riuscito a trovare con esattezza le cifre di quegli anni per il pagamento di un visto oltre i 90 giorni ma ho visto delle tabelle di quegli anni che avevano tante diverse specifiche per tipologia di visto ma nessuna arrivava a una cifra così alta, mentre 66 euro era molto in linea con la cifra che doveva essere pagata per quel documento che era quella fatta dal dipendente diciamo onesto.

Per adesso ho solo questi dati concreti spett.ssimo e gentil.simo console

Ho rimesso un posto sullo stesso sito chiedendo alle persone che abbiano subito trattamenti simili di potervi inviare alla sua e-mail quante più segnalazioni possibili e sono certo che in breve tempo ve ne arriveranno molte altre.

Io continuo a ringraziarla in anticipo per il tempo e l'attenzione che lei mi ha dedicato finora sperando di cuore che io possa esservi utile nell'espletamento delle sue funzioni e indagini, affinchè per il bene degli italiani e brasiliani anche a Salvador le cose possano funzionare bene come funzionano nella sua ambasciata di Recife!

( Si evince anche dal vostro sito facebook e quello di Salvador Bahia chi e come presta attenzione ai propri utenti!)

Per qualsiasi cosa resto a vostra completa disposizione

Con profondo rispetto e ammirazione per la sua persona Cordialmente

 

Quindi per non perdere il filo di questo post vi invito ad essere concreti nelle vostre segnalazioni e comunicarle direttamente al console de Zagon di recife al suo indirizzo E-mail     recife.console@esteri.it

In prima persona il console si sta occupando di questa mia segnalazione e prenderà a cuore anche le vostre, quindi fate un bel passaparola se ritenete che le cose non funzionano in quel consolato e segnalate segnalate ma cose concrete e non solo frasi a vuoto...... Avete la possibilità di sistemare le cose per voi e per chiunque andrà a quell'ambasciata fate quello che potete adesso o altrimenti continuate a lamentarvi in silenzio e le cose non cambieranno mai in meglio!

 

 

pippo.baudo, in un Paese che ondivaga economicamente come l'Italia a me interessano anche gli aggiustamenti delle retribuzioni pubbliche e l'eliminazione dei privilegi. rispetto il tuo punto di vista ma il mio è differente almeno sulle spese del personale delle organizzazioni pubbliche. concordo il pieno sulla tua azione che sinceramente ammiro perchè tende al rispetto ed al buon nome dell'Italia all'Estero. ancora complimenti!

Il Forum
di Vivere In Brasile

Accedi:

Non sei ancora registrato? Registrati subito!