You need to log in to create posts and topics.

Sposare una brasiliana

Ciao, mi piacerebbe leggere alcune delle vostre esperienze di matrimonio con le brasiliane. Sono brave in casa? Hanno voglia di lavorare ? Hanno cura dei figli ? Si sono integrate ?

Non vorrei che il suo amore fosse solo per ottenere un pezzo di carta che le permetta di restare in Italia. Io la amo alla follia ma non vorrei pentirmi di aver fatto un passo importante come il matrimonio e alla fine rimanere fregato.

Grazie a chi vorrà rispondermi

 

ciao! che strana domanda che fai. se veramente la ami alla follia vai avanti, sposala. assicurati solo che sia sincera ed intelligente, l'amore passa rimane l'affetto e se vivi con una persona "falsa" e "ignorante" diventa difficile tutto. questo vale per tutti e tutte non solo per te. auguri.

Ciao a tutti. Bella domanda veramente. In 12 anni di Brasile qualche esperienza l'ho avuta.  Anch'io penso che se stai bene insieme a lei vai avanti (sincera e intelligente sono due caratteristiche impossibili da trovare insieme in una donna), ma lascia che ti dia due consigli:

1-  non entrare mai in discussioni con la famiglia di lei

2- non prestare mai un centesimo a parenti (anche se sembrano persone a posto sinceri e intelligenti)

Allora vivrete felici e contenti

ciao a tutti

 

io sono coniugato da 30 anni con una Brasiliana "sincera ed intelligente" e tutto ha funzionato, funziona e funzionerà benissimo. i primi 20 anni eravamo residenti in Italia e negli ultimi 10 anni siamo residenti in Brasile. "Sincera ed intelligente" è la condizione basica primaria per una donna biologicamente selettiva con gli uomini. Poi intervengono altre motivazioni che sono del tutto soggettive. Steobraz ha sottolineato una verità "vera"..... quella della famiglia di Lei. Una caratteristica comune delle famiglie delle Lei tendenzialmente sono portate a sfruttare la situazione socioeconomica del Lui.....attenzione! Personalmente, quando ho iniziato a subdorarne l'intenzione dei parenti appena acquisiti, ho: 1° fatto alcune verifiche tra Italiani che conoscevo e conosco sposati con una Brasiliana molto prima di me e una volta che la stragrande maggioranza degli intervistati mi ha indicato cosa successo a loro: 2° ho organizzato un pranzo tipo quello di nozza ma piu' "economico" dove ho invitato tutti i parenti acquisiti (assicurandomi che sia i genitori e i cognati/e fossero presenti) ed ho comunicato a tutti loro che io avevo sposato XYX e non tutti i parenti e solo quando i parenti mi avrebbero offerto qualcosa di mio interesse (lavori domestici - trasporto - prestato barca/auto/moto/etc.) avrei riconosciuto loro il giusto corrispettivo. NO prestiti, NO garanzie a terzi, NO a tutto quanto riconducesse a soldi dati senza alcun valore aggiunto ricevuto prima in cambio. Scusa il dilungo ma il fatto di saper "vivere alle spalle" dei Brasiliani non è solo un detto ma una verità. Boa sorte.

....assicurati anche che non sia di religione "evangelica"......le Chiese Evangeliche in Brasile sono sanguisughe.

Pochi mesi fà ho prestato circa 1.500 R$ a mio cognato (evangèlico) per pagare la fattura della carta di credito scaduta dovuta a ritardo nel pagamento del salario della ditta dove lavora.

Pochi giorni dopo si è presentato con la somma prestata + "interessi" (interessi che non ho accettato).

Ogni storia ed ogni persona sono un caso a sè. Francesco

...Francesco: è vero è soggettivo, ma il tuo può essere uno dei pochi casi.

Graças a DEUS! Ho 15 parenti acquisiti tra cognati/e e nipoti.....i piccoli mi chiedono continuamente regalini ed io li accontento molto volentieri i grandi sono 9 dei quali 7 alle coste e 2 normali. I sette alle coste sono tutti e 7 evangelici (anche io)

Mandali a quel Paese !!

Cita da Ospite il 23 settembre 2017, 10:52

...Francesco: è vero è soggettivo, ma il tuo può essere uno dei pochi casi.

E chi lo sà di quanti casi come i miei accadono...

Cita da Ospite il 23 settembre 2017, 11:23

Graças a DEUS! Ho 15 parenti acquisiti tra cognati/e e nipoti.....i piccoli mi chiedono continuamente regalini ed io li accontento molto volentieri i grandi sono 9 dei quali 7 alle coste e 2 normali. I sette alle coste sono tutti e 7 evangelici (anche io)

Mandali a quel paese i tuoi cognati, non servono a nulla. Francesco

Francesco, sto rientrando in Europa con mia moglie. Non devo mandare a quel paese nessuno.....anzi a quel paese (Svizzera) ci vado io con mia moglie. Brasile o meglio certi Brasiliani meglio tenerli lontano fisicamente. Nemmeno sanno dove si trova la Svizzera. In verità sanno solo dove si trova l'Argentina, il Paraguay (adorano i falsi di ogni cosa) e Miami.

Ciao, la domanda è strana visto che ogni donna è diversa: le italiane sono tutte uguali???

Detto questo, io sono sposato con una brasiliana ed è un'esperienza fantastica. E' la mia seconda moglie, la prima era italiana, e stiamo insieme da 2 anni e mezzo. Vivo in Brasile a casa sua. Vedendo anche le sue amiche posso dire che le brasiliane tengono molto al marito, sono abituate a rispettarlo e ad occuparsi di lui (gli uomini brasiliani sono molto maschilisti...) e della casa. Sono in genere molto affettuose e hanno un enorme senso della famiglia: per loro il matrimonio è una tappa fondamentale nella vita.

Mi auguro che anche tu trovarti bene, senza brutte sorprese.

Quote: "Sono brave in casa? Hanno voglia di lavorare ?" ha ha ha...sono sposata con un brasiliano da + di 8 ani e posso assicurare che è bravissimo in casa, ma soprattutto in cucina (a onor del vero cucina sempre lui, lol), perchè quella che lavora sono io -siamo non conventional causa congiuntura se no lavoreremmo in 2. si alza prestissimo al mattino per portar via l'immondizia, mette a posto in veranda/lavanderia e stende la biancheria grande e voluminosa, ecc. sono stata fortunata, lol!

parenti: non generalizzate, ha ragione Francesco, il fatto che la religione evangelica sia diffusissima non significa che TUTTI coloro che congregano in una chiesa siano evangelici autentici, forse che in Italia non avete il 90% (se con la percentuale ci azzecco non so, ma so che è fin troppo alta) di cattolici nominali che di fatto poi vivono da agnostici? servire Dio non è una sterile religione formale, se no staremmo freschi. io e mio marito siamo entrambi evangelici.

quanto a parenti, metteteci poi che la cultura del Brasile è di per sè spendereccia, dunque purtroppo è normale torrar salàrios. è un popolo oltremodo festeiro, capace di squagliare 20K reais per un compleanno, per poi lagnarsi che non ci sono i soldi per far studiare i figli in buone scuole o per la salute. quando ho visto quanto arrivano a spendere per un compleanno sono rimasta basita.

prima di conoscere mio marito venivo già da una realtà evangelica (chiesa di matrice argentina) e vi posso assicurare che nessuno del mio gruppo si sarebbe mai azzardato o sognato di spendere neanche la metà delle cifre alle quali i brasiliani sono usi. ma la loro è cultura.

ricordate poi che un fattore determinante è l'ignoranza patente che in Brasile regna a tutt'ora sovrana. l'analfabetismo e il semianalfabetismo in fin troppe aree la fanno da padroni e tal fatto incide pesantemente nel rapporto con il denaro. insomma, quello che ho notato è che non sono capaci di distinguere il pão-durismo dalla moderazione. credono che quando c'è denaro in circolazione prima o poi gli pioverà nelle tasche in stile Marcovaldo. non capiscono che se oggi hanno mille e gli sembra una grande somma devono anche riuscire a farsela durare, non che durerà in eterno in sè e per sè per il solo fatto di essere grande. questo è quanto. e non riguarda solo le famiglie delle lei, ma anche quelle dei lui. ne sa qualcosa mia suocera con più di un genero...

per chi poi non lo sapesse, è un fatto che riguarda le classi sociali, non le chiese (se poi vi riferite a quelle del vangelo della prosperità, anche se dicono di essere evangeliche, di fatto non lo sono, quelle stanno allora insegnando un falso vangelo, la Bibbia stessa lo dice che sarebbero arrivati falsi insegnanti). le classi sociali basse, senza offesa, hanno la brutta abitudine di sperperare. curiosamente, la classe media e quella alta non lo fanno o comunque tendono a non farlo.

per l'ospite che ha la fidanzata brasiliana: bisognerebbe che conoscessi la persona in questione per poter valutare, perchè non ci si può basare sul comportamento dei connazionali per avere la sicurezza dell'onestà.

tra l'altro l'Italia non è che però versi in chissà che grandi acque per volere unicamente la cittadinanza, a quest'ora la tua ragazza lo dovrebbe sapere, o no? lo sa che andando in Italia poi potrà essere solo casalinga? a meno che non sia un medico, che quindi avrà tutte le carte a posto per lavorare in un paese affondato, ma se lo fosse significherebbe che proviene da una famiglia di ceto medio/alto e dunque non ha bisogno del pezzo di carta per l'Italia. in ogni caso, ripeto, non conoscendo la ragazza, non posso affermare che carattere e interessi abbia, ma vi auguro di fare la cosa giusta

 

Il Forum
di Vivere In Brasile

Accedi:

Non sei ancora registrato? Registrati subito!