Home Blog Pagina 3

Nasce il B(arilla)-coin e vale 50 cent . di euro

9

E’ passato circa un mese e mezzo da quando mi sono trasferito in Italia e solo adesso ho trovato  il tempo di scrivere un post che non sia un copia ed incolla di notizie tratte dai quotidiani . Non che sia più semplice  fare  questo :  ricercare la notizia interessante , corredarla di una foto adeguata , commentarla in italiano ( a volte la notizia è in portoghese ) è comunque una attività che prende tempo ma che a mio parere non è il massimo per un blog che dovrebbe essere una sorta di diario digitale . Tuttavia la vita ha le sue esigenze e negli ultimi mesi tutto o quasi il mio tempo e le mie attenzioni si sono dovute concentrare sulla mia ” rilocazione ” nel Belpaese .

Immaginate di arrivare in un Paese “straniero ” e dover fare tutto daccapo : trovare una casa , firmare e registrare il contratto di affitto , scegliere l’arredamento ed i fornitori , acquistare la miriade di utensili e arredi necessari al vivere quotidiano , scegliere ed acquistare una autovettura , assicurarla ,  trovare i gestori dei vari servizi ( energia , gas , telecomunicazione , acqua , ecc ) e firmare i relativi incomprensibili contratti , comunicare al governo locale la vostra nuova residenza con relativa visita dei vigili , richiedere alla ASL la vostra tessera senitaria , scegliere il medico di base , ecc  e tutto questo al Sud Italia !

Se volessi elencare i problemi che ho incontrato nel fare tutto questo sarebbero necessari almeno dieci post . Alcuni problemi sono addirittura incomprensibili ed inaccettabili per un paese sviluppato come il nostro .

Purtoppo le leggi attualmente in vigore sul lavoro e la previdenza hanno fatto si che , ad esempio , molte  pubbliche amministrazioni assomiglino più a case per anziani che ad uffici a servizio del cittadino . Non ho nulla contro gli anziani di cui anch’io faccio parte ma quelli degli uffici pubblici sono quasi tutti incazzati o incapaci di svolgere il proprio lavoro .

Il computer  , ad esempio , gli è caduto addosso come un mattone . Non lo sanno usare . Si vede gia da come digitano uno ad uno i tasti della tastiera .

Hanno la mente svagata , lavorano ma pensano ad altro … alla pensione che gli è stata negata e che vedono allontanarsi sempre più . Ed i giovani , per strada , stanno a guardare .

In seguito parlerò del problema annoso del costo della vita che molti misurano  con il costo della pasta Barilla che qui in Italia costa 50 centesimi contro i R$ 10 in Brasile . Verissimo .

In futuro ho deciso di usare questo indice per misurare i costi dei vari prodotti/servizi/disservizi . E come esempio cito il prezzo del bollo della mia nuova auto : 208 euro + 2% perchè ho pagato con la carta di credito (? ) . Si , lo Stato Italiano pretende il 2% in più se il bollo è pagato con la carta di credito ! In sintesi me la sono cavata con 424 pacchetti di Pasta Barilla da 500 gr ciascuna  : 424 B(arilla) -coin

Insomma la tassa di circolazione su un’auto di 66 KW richiede il pagamento di ben 2 quintali di pasta Barilla . Badate bene ho parlato solo di tassa di circolazione e non di RCA  o peggio ancora di assicurazione contro il furto . Il bello deve ancora venira !

Il Governo intende ridurre l’importo massimo dei prelievi cash.

0

L’aumento , negli ultimi anni di prelievi cash nella fascia dei 100 mila reais ha generato il sospetto che azioni di lavaggio di denaro siano dietro queste operazioni .

Il prelievo di grandi somme di denaro non è illegale ma rompe la tracciabilità . L’obiettivo è di ridurre il valore del prelievo massimo a 50 000 reais che al cambio attuale significa poco più di 14 000 euro .

O governo está estudando reduzir o limite do saque em dinheiro vivo nas agências bancárias. O aumento do número dessas operações levantou suspeitas.

 

O número de saques em dinheiro vivo nos bancos, acima de R$ 100 mil, cresceu seis vezes em nove anos. E já quebrou a barreira de um milhão de operações.

Não é ilegal sacar ou depositar uma grande quantidade de dinheiro em espécie na boca do caixa. Os bancos não podem impedir quem quiser fazer isso, mas tudo o que passar de R$ 100 mil precisa ser comunicado automaticamente para o Conselho de Controle de Atividades Financeiras, o Coaf, um órgão ligado ao Ministério da Fazenda. Afinal de contas, é muito dinheiro.

Os bancos também precisam comunicar as operações consideradas suspeitas: movimentações muito grandes em contas de empresas pequenas, por exemplo.

“Vamos dizer que eu tenho uma empresa e opero sempre. Todo mês saco R$ 20 mil para manter um dinheiro em caixa, fazer pequenos pagamentos. De repente, começo a provisionar pagamentos de R$ 100 mil, R$ 100 mil, R$ 100 mil. São operações suspeitas de lavagem, não necessariamente são lavagem”, explica a professora de Direito Penal Heloisa Estellita.

Em 2016, houve um aumento de quase 20% dessas movimentações suspeitas. Mas não é só obrigação dos bancos dar o alerta. Imobiliárias, lotéricas, antiquários e joalherias, por exemplo, também devem fazer isso. Só que os valores em dinheiro, para comunicação automática ao Coaf, mudam de acordo com a atividade.

Na venda de joias, pedras e metais preciosos, tudo o que passar de R$ 30 mil deve ser avisado. E em 2016 a quantidade de pagamentos generosos praticamente dobrou no país.

“Alguns setores têm umas caraterísticas que facilitam a ocultação de crimes, de produto de crimes. Por exemplo, aqueles setores que envolvam muita movimentação de dinheiro em espécie, aqueles setores que envolvam muitos clientes, uma quantidade grande de clientes e que em geral não são quantificados”, diz Andrey Borges de Mendonça, procurador da República.

Quando há indício de lavagem de dinheiro, o Coaf faz um relatório de inteligência financeira.

Nos últimos cinco anos, o número desses relatórios passou de R$ 25 mil e a quantidade mais que dobrou na comparação de 2012 com 2016.

Com a ajuda do Ministério Público e da Polícia Federal, essas investigações levaram ao bloqueio, em 2016, de R$ 140 milhões no Brasil e no exterior.

Mas, segundo o procurador da República Andrey Borges, o rastreamento da lavagem de dinheiro está cada vez mais difícil.

“Por que se faz saque em espécie? Porque justamente se quebra esse rastro do dinheiro. Quando se faz um saque em espécie, aquela autoridade que estava investigando o destino do dinheiro perde a sua trilha, perde o seu caminho”, explica.

Para não perder essa trilha, o Coaf diz que o governo já estuda reduzir de R$ 100 mil para R$ 50 mil o valor dos saques que precisam ser comunicados automaticamente.

Voli lastminute Brasile : San Paolo, Rio de Janeiro, Salvador de Bahia, Brasilia, Natal, Fortaleza, Recife, Maceio, Florianopolis, Vitoria, Cuiaba

0

Sperando di fare cosa gradita vogliamo condividere con tutti voi questo tool di skyscanner il cui algoritmo di ricerca è stato da noi personalizzato per ottenere un alto margine di compatibilità con tutte le destinazioni in Brasile e dal Brasile verso l’Italia.

Origine / Destinazione:

La storia di Skyscanner è cominciata quando Gareth Williams (attuale CEO dell’azienda), studente all’Università di Manchester, decise di andare a trovare il fratello in Francia. Voleva prenotare il volo più economico, ma confrontare i prezzi non era semplice. Decise quindi di creare un file Excel in cui inserì tutte le offerte disponibili, per aiutare non solo se stesso ma anche parenti, amici e conoscenti a trovare i voli migliori. La notizia del file Excel iniziò a diffondersi, e sempre più persone iniziarono a usarlo per confrontare biglietti, orari e prezzi. Da qui nacque Skyscanner come lo conosciamo oggi.

Il widget è stato inserito anche nella colonna di destra per permetterne la visibilità in ogni pagina di vivereinbrasile.com

Ex-prefetto sottrae alla ASL l’unica bombola di ossigeno per alimentare un barile di birra alla spina

0

Ex-prefetto della città di Luiziana nelllo Stato del Paranà è accusato di omicidio per aver sottratto alla Unità Sanitaria locale l’unico cilindro di ossigeno mobile disponibile per utilizzarla con un barile di birra alla spina nel corso di una festa privata . Nella foto postata sulla rete sociale si vede la famiglia dell’ex-prefetto ed alcuni amici mentre spillano birra dal barile alimentato appunto dal cilindro in questione .

A causa di ciò una paziente che aveva urgente bisogno di ossigeno è deceduta .

José Claudio Pol, ex-prefeito de Luiziana, no centro-oeste do Paraná, se tornou réu por homicídio e peculato em uma ação criminal que apura o desvio do único cilindro de oxigênio móvel da unidade de saúde do município, para ser usado em um barril de chope, durante uma festa particular, na passagem de ano de 2012 para 2013. De acordo com a denúncia do Ministério Público do Paraná (MP-PR), uma análise técnica atestou que a falta do equipamento contribuiu para a morte de uma paciente.

À época, fotos publicadas por familiares do ex-prefeito em uma rede social mostraram o cilindro sendo utilizado para bombear chope.

Pol vai responder pelos crimes de peculato, que é o desvio de patrimônio público para uso particular, e homicídio qualificado, por motivo fútil, e com dolo eventual, quando se assume o risco de produzir o resultado morte.

Além do ex-prefeito, outras duas pessoas – que retiraram o cilindro da unidade de saúde e levaram o equipamento até a casa do então prefeito – também foram denunciadas pelos mesmos crimes.

A denúncia foi recebida pela juíza substituta Mayra dos Santos Zavattaro, da 1ª Vara Criminal de Campo Mourão, também na região centro-oeste, em 24 de abril.

A magistrada deu prazo de dez dias para que os réus apresentem resposta escrita à acusação.

Até a publicação desta reportagem, nenhum dos acusados tinha advogado constituído no processo.

A denúncia

De acordo com o MP-PR, na madrugada de 1º de janeiro de 2013, quando o cilindro era usado para bombear chope, uma paciente com quadro grave precisou ser transferida para Campo Mourão, a 30 km de Luiziana, e deveria ter o suporte para respirar. Como o cilindro portátil não estava disponível, ela foi transportada sem oxigênio e chegou à cidade vizinha com parada cardiorrespiratória, segundo a denúncia. No dia seguinte, a mulher morreu.

Lula : “Oggi posso dire con certezza voglio essere di nuovo il presidente del Brasile”

1

Secondo uno studio condotto dal gruppo Datafolha l’ex presidente brasiliano sarebbe favorito a vincere le elezioni del 2018.

“Oggi posso dire con certezza : voglio essere di nuovo il presidente del Brasile e pregherò il popolo brasiliano di votare per me”, ha detto l’ex presidente in un’intervista a Radio Guaiaba.

Lula ha dichiarato che la sua “formula” per risollevare Il Brasile sarà frutto di una crescita dell’economia ma senza tagli: “Vuoi che il paese ricominci a crescere di nuovo? Deve includere i lavoratori più poveri. Tutti sanno che io posso prendermi cura di coloro che hanno più bisogno

In merito alla riforma del lavoro , l’ex presidente ha detto che abolendo il CLT (Consolidamento delle leggi sul lavoro), che era la garanzia minima di diritti dei lavoratori, il paese è tornato ai giorni della schiavitù, prima di Getulio Vargas, quando si lavorava  14 ore al giorno senza maturare giorni di riposo.

“Se non vogliono la mia candidatura, dovranno strappare la Costituzione, ancora una volta”, ha infine concluso riferendosi all’attuale classe politica dirigente.

Brasile : le migliori città dove vivere la classifica del 2017

10

Maringa in Paranà è la città migliore per vivere in Brasile, secondo un sondaggio realizzato nel 2017 dalla società Macroplan. La peggiore città  è risultata essere Ananindeua, nel Pará  ultima in 100° posizione.

Curitiba è la capitale meglio posizionata al 9 ° posto, mentre San Paolo ha ottenuto la posizione di 21°.
L’indagine ha preso in considerazione le 100 maggiori città brasiliane in termini di popolazione (oltre 266.000 abitanti)

Per classificare le città, lo studio ha esaminato l’evoluzione degli indicatori nei settori dell’istruzione, della sanità, la sicurezza, l’igiene, la popolazione e l’economia, la gestione e la trasparenza e la situazione fiscale tra il 2005 e il 2015.
I comuni che si trovano nella classifica rappresentano solamente l’1,8% del totale delle città brasiliane, ma rappresentano la metà di tutto ciò che viene prodotto in Brasile (50% del PIL). Le città analizzate concentrano il 39% della popolazione del paese (80 milioni) e in 83 su 100 comuni, il 95% della popolazione si trova in aree urbane.

Che tempo fa

Sao Paulo,br
foschia
17.4 ° C
20 °
16 °
93%
1.5kmh
90%
mar
26 °
mer
24 °
gio
20 °
ven
19 °
sab
18 °

Cambio valute

EUR - Paesi membri dell'euro
BRL
0,2732
USD
0,8932
BRL - Real brasiliano
EUR
3,6609
USD
3,2698

Ultimi articoli

Nuova Legge sulla Immigrazione , approvata con limitazioni, sostituisce lo Statuto dello Straniero...

O presidente Michel Temer sancionou, com vetos, a Lei de Migração, que vai regular a entrada e estada no Brasil dos migrantes e visitantes,...

Brasile fuori controllo . Incendiati i Ministeri e la Cattedrale di Brasilia...

Brasilia, la capitale politica del Brasile, una città disegnata dai più famosi architetti del paese con uno stile che la rende quasi surreale, è...

Secondo Standard&Poor un declassamento a breve della nota Brasile è possibile .

A agência de classificação de risco Standard & Poor’s (S&P) colocou nesta segunda-feira (22) a nota de risco soberano do Brasil em observação negativa...

Vivere in Brasile

Gli intoccabili

30

Economia