RUBRICA A CURA DI MATTEO GENNARI

Intervista immaginaria al presidente Bolsonaro

In questi giorni sto scrivendo un libro nuovo (ne avrò fino a metà dell'anno prossimo). Sto cercando di raccontare quello che viviamo oggi in...

Hoje tem gol do Gabigol

Il bar lo chiamano “latteria” perché per loro bere birra è come bere latte; fuori dal tunnel chiamato “la bocca del lupo”, tunnel che...

Rio de Janeiro, una poesia

Una poesia dedicata a Rio.  Rio de Janeiro Pietà per questa città per le sue torri che non sono arrivate mai da nessuna parte per le sue rane che...

Dalla raccolta “Cristo si è fermato a Rio” il racconto “Dopo quattordici anni di...

Vi presento un racconto che appartiene al mio libro "Cristo si è fermato a Rio", pubblicato nel giugno 2019. Dopo quattordici anni di socialismo   Le Milizie...

Chi è chi?

Avevo deciso di scrivere un bell'articolo colto su Machado de Assis e di rifugiarmi nel mondo della letteratura che tante volte mi ha salvato....

Un Joker brasiliano

Ho visto il bellissimo film "Joker" di Todd Phillips in un cinema strapieno, qui a Copacabana. Mi sono emozionato, irritato, ho amato l'abilità del regista...

L’articolo di Lucio e una mano tesa a chi è all’ascolto

Prima di presentarvi l'articolo che ha scritto Lucio, noto frequentatore del Blog, voglio dirvi due parole. Riferendomi al tenore di alcuni dei messaggi ai precedenti...

A Noi!

"Sotto il grigio diluvio democratico odierno..." Vi ricordate chi scriveva così? Se non sbaglio era Gabriele D'Annunzio nell'incipit del romanzo "Il piacere". Testo che assieme...

Silenzio: Parla il Presidente!

Ho ascoltato integralmente il discorso di Jair Bolsonaro all'assemblea dell'Onu. I punti più deliranti sono: la fissazione sul fatto che il Brasile di Lula e...

Bacurau

Ho visto un film, molto bello, intitolato "Bacurau" che molti di voi devono conoscere. La storia si svolge in un paesino immaginario del nord...

FAVELADO – Ofelia Editrice

Il nuovo romanzo di Matteo Gennari

Rio de Janeiro, Brasile. Un italiano frequenta un centro spiritista, alla ricerca di un equilibrio interiore. Gli piace scrivere e, di tanto in tanto, si unisce a un gruppo di cooperanti che ha messo su una scuola nella favela per sottrarre gli adolescenti al narcotraffico. Molti ragazzi però preferiscono cercare fortuna con una pistola in strada. Mentre narcos e forze dell’ordine si spartiscono i proventi della vendita di armi e droga, uno dei pochi poliziotti onesti è intenzionato a sconfiggere la corruzione e il malaffare a tutti i costi. Ma gli equilibri di potere nella baraccopoli stanno cambiando: imperversa la guerra tra due fazioni criminali per il controllo del territorio, mentre i reparti speciali della polizia e l’esercito provano, con ogni mezzo, a preservare lo status quo.
Dalle inquietudini piccolo-borghesi dei residenti di Copacabana alla quotidianità dura e sempre incerta degli abitanti della favela di Rocinha, Matteo Gennari ci consegna uno spaccato di vita pulsante all’ombra del Cristo Redentore, un carosello di personaggi accomunati dall’affanno di un’irraggiungibile pace materiale e spirituale. Così, quella del “favelado” diventa la dimensione dell’insicurezza e della precarietà esistenziale, in cui il bene e il male non si contrappongono, ma coesistono e si rendono necessari l’uno all’altro.

Acquista su Amazon

Matteo Gennari è poeta, scrittore di romanzi e di canzoni con un passato di reporter, giornalista freelance, cantante in una rock band, ma anche lavapiatti, cameriere, addetto alle pulizie e operaio. Insomma, un professore di italiano nato a Milano e ora residente in Brasile, a Rio de Janeiro.

Sito web dell’autore