Home Blog

A fumaça do cachimbo…

0

Quello qui sotto è un link di acquisto dell’audiolibro de “Il fumo della pipa va lontano”, romanzo recitato dalla bellissima voce di Claudio Carini. Se lo prendete e, oltre ad ascoltarlo, volete leggerlo, scrivetemi che vi mando il pdf.
Io intanto continuo a cercare un editore che voglia pubblicare la versione cartacea.

Di cosa parla il romanzo?

La storia è ambientata in un cortile di Rio de Janeiro nel quale il narratore scende (ha lasciato il ragù a cuocere sui fornelli), si siede sotto al suo albero preferito, si accende la pipa, tira una boccata e fuma; il fumo sale sulle fronde degli alberi e arriva a Pai Joaquim de Angola, spirito guida del narratore.
Comincia una conversazione nella quale il protagonista racconta (nell’arco di dieci, quindici minuti durante i quali rimane in cortile) allo spirito brasiliano la sua infanzia tra Pesaro e Milano, la sua adolescenza nel milanese durante gli anni 90, racconta del rapporto duro con la madre, della tenerezza del padre, della banda punk in cui cantava, della nonna pesarese, del nonno, delle sedute spiritiche  fatte per gioco coi cugini, della banda dei CCCP Fedeli alla Linea, che adorava, disegnando così un ritratto dell’Italia degli anni 80, 90, ritratto che brilla riflesso negli occhi dello spirito grazie a una visione profonda, legata al ciclo evolutivo, reincarnazione dopo reincarnazione, visione che rende le vicissitudini del protagonista parti di un tutto molto più grande di una singola vita.
Il bello del romanzo, credo io, è questa doppia visione: la storia è fortemente italiana, piena di riferimenti agli anni 80 e 90, ma il punto di vista no, il punto di vista è quello di un immigrato in Brasile che crede nello spiritismo.
Esiste oggi una tendenza mondiale chiamata “Letteratura dell’immigrazione”, cioè letteratura scritta da uomini e donne che non vivono nel Paese di origine, che hanno un legame profondo col Paese d’adozione e mantengono le proprie radici, equilibrandosi tra due culture.
Il mio romanzo credo possa essere considerato come facente parte di questo genere letterario.

https://www.ilnarratore.com/it/matteo-gennari-il-fumo-della-pipa-va-lontano-download/

Presentazioni libri in Italia a gennaio

0

A gennaio sarò in Italia e presenterò la raccolta di racconti “Cristo si è fermato a Rio” e il romanzo “Il fumo della pipa va lontano” nelle seguenti date:

– 6 gennaio nella libreria Il Catalogo in via Castelfidardo a Pesaro (la libreria di Giovanni Trengia). E’ il giorno della Befana e io verrò a cavallo di una scopa, con sacchetti pieni di carbone (zero cioccolato). Verso le 18, 18 e 30.
Spero sia presente la giornalista Elisabetta Liz Marsigli con la quale mi piacerebbe dialogare, discutere dei libri e non solo.

– 11 gennaio nel museo dell’Arte della Stampa a Pesaro, il Museo Montaccini, verso le 19.
In una di queste due prime presentazioni vorrei/dovrei contare con la presenza di Claudio Carini, editore del mio romanzo nella versione audiolibro. Claudio leggerà un capitolo con la sua bellissima voce e interpretazione unica (come lui ha detto – mi ha alleggerito il testo).

– Il 13 gennaio sarò in una scuola, nel Liceo Gobetti di Reggio Emilia, sarò intervistato dalla radio degli studenti, andrò in una classe, il tutto organizzato dalla fantastica prof Chiara Colombi

– il 18 gennaio alle 18 e 30 sarò a Milano nella libreria Tadino in via Tadino 18 con l’editore Unicopli che ha pubblicato la mia raccolta di racconti (spero ci siano Giorgio Politi e Giuseppina Colombo che mi hanno accompagnato fino adesso in questa avventura).

– Il 21 sempre grazie a Unicopli sarò nella libreria Isola a Milano in via Pollaiuolo 5, alle 18 e 30

– E il 24 a Milano sarò nella libreria Lineadiconfine in via Ceriani 20 alle 18, con Unicopli.

Il Brasile retrocede di una posizione nella classifica HDI

2

Il paese si posizione dopo Messico, Cuba, Uruguay, Argentina e Cile

L’indice di sviluppo umano (ISU) (in inglese: HDI-Human Development Index) è un indice comparativo dello sviluppo considerato uno strumento standard per misurare il benessere di uno stato.

I dati sono stati pubblicati oggi dal Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) e si basano su tre fattori:

  • aspettativa di vita
  • livello di istruzione
  • reddito pro capite

Il Brasile ha un HDI più elevato rispetto alla media del pianeta e dell’America Latina pur scendendo dalla 78° alla 79° posizione. E’ tra i paesi con “alto sviluppo umano” ma ha prestazioni peggiori rispetto ad altre nazioni come:

  • Messico (76°)
  • Cuba (72°)
  • Sri Lanka (71°)
  • Uruguay ( 57°)
  • Argentina (48°)
  • Cile (42°)

Questa stagnazione è dovuta principalmente alla componente educativa ma l’UNDP sottolinea che l’HDI del Brasile è aumentato costantemente negli ultimi decenni.

La classifica

La classifica è guidata dalla Norvegia seguita da Svizzera e Irlanda.

Tra i primi 10 paesi sette sono europei: oltre ai tre già citati, anche la Germania arriva al quarto posto (con Hong Kong); Islanda al sesto posto (con l’Australia), Svezia ottava e Olanda in decima posizione.

La “top 10” include anche Singapore al 9° posto. Gli Stati Uniti, la più grande economia del pianeta, si classificano al 16° posto, mentre la Cina è all’85°.

L’ Italia è stata superata da Malta scendendo dal 28 ° al 29 ° posto.

Il paese con il peggior HDI è il Niger, appena dietro la Repubblica Centrafricana, il Ciad, il Sud Sudan e il Burundi. Tutti appartenenti  alla lingua di terra denominata Sahel o all’Africa sub-sahariana.

Viaggi

Rio Grande do Norte

Aria pura, sole, belle spiagge e dune di sabbia sono il biglietto da visita di questo piccolo stato nell’estremo nord-est del Brasile. Il Rio...

Economia

Permesso di soggiorno